Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Notizie in pillole

Vedi Tutte
Notizie in pillole

Basket Eurolega, Messina ferma il Real Madrid

Al 32° match stagionale, la prima sconfitta per la squadra di Laso, sul campo del CSKA Mosca del tecnico italiano. In Spagna: “Come Napoleone e Hitler, nemmeno il Real ha conquistato la Russia”

 

giovedì 23 gennaio 2014 20:52

ROMA – Ettore Messina fa valere la legge dell'ex, e con il suo CSKA Mosca rifila la prima sconfitta stagionale (al 32° match) al Real Madrid, dove ha vissuto la parentesi meno brillante della propria carriera. E per spiegare le proporzioni dell'impresa del CSKA, in Spagna scomodano un passato ingombrante: “come Napoleone e Hitler, nemmeno il Real è riuscito a conquistare la Russia”.

DIFESA - Il CSKA vince 85-71, nonostante l'assenza di Kyle Hines e Sonny Weems, a fare la differenza sono però Nenad Krstic (18 punti), Andrey Vorontsevich e l'ex canturino Vladimir Micov (14), mentre il Real – privo di Jaycee Carroll – paga la serataccia di Rudy Fernandez (5 punti con 2/13 al tiro) braccato dalla difesa del CSKA. I 19 di Sergio Rodriguez e i 15 di Sergio Llull bastano al Real, sotto per tutta la gara, per rimontare dal -19 (37-18) al -3 (58-55) ma non per sorpassare. Per la squadra di Pablo Laso, i 71 punti realizzati sono il minimo stagionale.

OBRADOVIC – Alla serata di grazia per i santoni del basket europeo si unisce Zelimir Obradovic, che a sua volta supera la sua ex squadra, il Panathinaikos (dove invece ha vissuto la miglior parentesi in carriera). Il Fenerbahce, che aveva iniziato le Top 16 con tre sconfitte, vince 77-72 grazie a Bogdanovic (15) e Kleiza (13, compresi due canestri nel minuto finale). Per i greci è il primo ko nella seconda fase, e in questo modo si accorcia la classifica nel girone di Milano.

Per Approfondire