Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Nazionali basket

Vedi Tutte
Nazionali basket

Italia, un altro over 30 con le Filippine

Italia, un altro over 30 con le Filippine
© CIAMILLO

Gli azzurri toccano anche il +49 con Gallinari protagonista. Ma la squadra di Baldwin, che gioca virtualmente in casa grazie ai propri tifosi, vince la ripresa. Messina: "I 12? Potrei posticipare la scelta"

Sullo stesso argomento

 

sabato 25 giugno 2016 23:16

BOLOGNA – Dopo il +30 sulla Repubblica Ceca e il +29 sul Canada, l’Italia domina anche contro le Filippine (106-70) nel primo match del torneo di Bologna. Gli azzurri giocano un match un po’ a due volti, con un grandissimo avvio, con il 22-0 che porta al +49 (64-15) del 18’. Ma nella ripresa l’inevitabile calo mentale porta al successo delle Filippine nel parziale (42-47 nei secondi 20’), con i tifosi dei “Gilas” in visibilio oltre che in maggioranza sui 3.000 circa del Paladozza, con tanti ex azzurri presenti (dai ct come Tanjevic e Gamba, ai giocatori Meneghin, Sacchetti, Abbio, Vecchiato, Niccolai, Coldebella). Per l’Italia, positivi Gallinari (20 punti in 16’), Aradori (14) e Belinelli (11) con un eccellente 10/16 da tre.

MESSINA – Il ct ha spiegato che potrebbe posticipare la scelta dei 12, attesa per domani sera: “Potrei prendermi fino a Biella e al test di giovedì contro Portorico. Ricordate Abraracourcix, il capo villaggio di Asterix che girava con lo scudo in testa temendo che gli cadesse sopra il cielo? Ecco, io sono peggio” dice Messina, che parlando del match spiega. “Bel primo quarto, una buona partenza, abbiamo visto che quando difendiamo con attenzione possiamo forzare le palle perse altrui, se fermiamo la palla in attacco, facciamo un favore all’avversario, di qualsiasi livello sia”. E sul livello basso degli avversari Messina spiega: “Le Filippine hanno comunque chiesto e pagato un Preolimpico in casa, qualche dote ce l’avranno”. Sui reduci dalla NBA Messina conclude: “Sono arci-contento del loro impegno, della voglia, della leadership, della coesione, sono onorato di allenare questa squadra e questo gruppo, tutti stanno lavorando con impegno incredibile, mi stanno permettendo di allenare, accettando la critica e che alzi la voce”.

Articoli correlati

Commenti