Nazionali basket

Vedi Tutte
Nazionali basket

Belinelli suona la carica: "La difesa è la nostra forza. Possiamo farcela"

Belinelli suona la carica:
© CIAMILLO

L'azzurro ha parlato del delicato match contro la Serbia che si giocherà mercoledì alle 20.30 e metterà in palio le semifinali

 

lunedì 11 settembre 2017 19:26

ROMA - C'è tanta positività e carica nel ritiro azzurro di Istanbul dove l'Italia di Ettore Messina quest'oggi ha ricominciato a lavorare a pieno regime per preparare la partita di mercoledì sera (palla a due alle 20.30 con diretta su Sky Sport 2) contro la Serbia, che mette in palio i quarti di finale ad Eurobasket 2017. Proprio della sfida alla Serbia ha parlato quest'oggi Marco Belinelli, protagonista sino ad oggi di un ottimo Europeo in cui sta guidando l'attacco azzurro grazie ai 17.8 punti segnati di media. L'esterno felsineo ha rimarcato l'estrema pericolosità e la straordinaria attitudine al successo degli uomini guidati da Djordjevic e ha sottolineato l'importanza che avrà la difesa, punto di forza degli azzurri, nel match di mercoledì: «Quando le partite contano – ha spiegato l'azzurro – la Serbia di solito risponde presente. Sono una squadra forte, che come noi ha dovuto fare di necessità virtù per sopperire ad alcune assenze. Il leader è senza dubbio Bogdanovic, un giocatore determinante con tanti punti nelle mani. Su di lui dovremo fare un ottimo lavoro per cercare di limitarne il talento. La nostra difesa è il motivo principale per cui siamo arrivati fin qui ed è su questo nostro punto di forza che dovremo insistere se vogliamo raggiungere la semifinale. Siamo un gruppo con delle gerarchie chiare e rispettate ed ognuno sa quello che deve fare per aiutare il compagno; sono felice di essere importante per la squadra. Non è un caso essere qui, noi ci abbiamo creduto fin dal primo giorno di raduno e continuiamo a farlo anche ora grazie al grande cuore che hanno tutti i ragazzi. L’Europeo è una competizione difficile ma abbiamo tutte le carte in regola per fare tesoro delle esperienze passate per non ripetere gli errori e fare un ulteriore passo avanti. Siamo tranquilli e pronti a misurarci ancora con i quarti di finale. Messina ci ha trasmesso la sua voglia di vincere e con lui è un viaggio bellissimo. Siamo forti e carichi; se saremo da Medaglia lo stabilirà il campo».

Articoli correlati

Commenti