Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

NBA

Vedi Tutte
NBA

Nba, Miami ritira la 32 di "Shaq" e batte i Lakers. OK Warriors, Celtics e Clippers

Nba, Miami ritira la 32 di
© AP

Gli Heat ritirano la maglia numero 32 appartenuta a Shaq dal 2004 al 2008 e battono i Lakers (ex squadra di O'Neal) 115-107. Vincono anche Warriors, Clippers, Celtics e Knicks  

 

venerdì 23 dicembre 2016 15:54

ROMA - Davanti agli occhi di uno Shaquille O'Neal visibilmente commosso ma al tempo stesso "One Man Show" come solo lui sa fare quando ha preso la parola, i Miami Heat hanno ritirato la maglia "numero 32" rimasta sulle spalle del roccioso pivot di Newark dal 2004 al 2008. Ad omaggiarlo, oltre a Pat Riley, allora coach di Miami di cui oggi è presidente, c'erano anche alcuni compagni che nel 2006 vinsero insieme a "Shaq" vinsero il primo titolo NBA della storia dehli Heat. Per coronare una serata perfetta è arrivato anche il successo della franchigia della Florida che ha battuto 115-107 proprio i Los Angeles Lakers con cui "Diesel Shaq" vinse i suoi primi tre anelli creando una coppia esplosiva con Kobe Bryant.Per i gialloviola, quella di questa notte è la quattordicesima sconfitta in quindici gare esterne. 

RIMONTA WARRIORS. BENE CELTICS E KNICKS - Anche i Golden State Warriors, così come gli Heat finiti a -19 contro i Lakers, faticano le proverbiali sette camicie per avere ragione dei Nets 117-101: Durant (migliore in campo con 28 punti, 9 assist e 7 rimbalzi) e compagni soffrono infatti molto nel primo tempo andando sotto di 16 lunghezze e poi rimontando con uno straordinario terzo periodo da 39 punti segnati contro soli 19 subiti. I Knicks invece giocano invece una grande prestazione corale mandando sei uomini in doppia cifra (Rose top scorer a quota 19 e l'ex Virtus Roma Jennings miglior assistman con 12 passaggi decisivi) e sconfiggendo 106-95 Orlando.Tutto un po' più facile per i Celtics che dopo il rientro di Thomas hanno ritrovato la giusta quadratura e battendo 109-102 i Pacers hanno inanellato la quarta vittoria consecutiva. Ancora una volta è proprrio il play dei trifogli, che scappano nel secondo quarto con un break di 29-9), a rivelarsi l'uomo chiave con 28 punti siglati e 9 assist smazzati. Infine nel big match ad Ovest tra Spurs (privi di Ginobili) e Clippers sono i losangelini a spuntarla per 106-101. La squadra di Doc Rivers però ha perso nel secondo per un guaio muscolare Chris Paul.  

Articoli correlati

Commenti