NBA

Vedi Tutte
NBA

NBA, le riserve dell'All Star Game

NBA, le riserve dell'All Star Game
© EPA

Gli allenatori della lega hanno selezionato i 14 giocatori che faranno parte della panchina del "Team Stephen" e del "Team LeBron". Paul George e Chris Paul esclusi eccellenti

 

mercoledì 24 gennaio 2018 14:51

ROMA - Gli allenatori delle trenta franchigie NBA hanno sciolto le ultime riserve e hanno scelto i quattordici giocatori che all'All Star Game di Los Angeles, il 18 febbraio, faranno parte delle riserve del "Team Stephen" e del "Team LeBron", le due squadre capitanate da James e Curry che si fronteggeranno nella partita delle stelle. Dalla Western Conference sono stati scelti Russell Westbrook, Klay Thompson, Draymond Green, LaMarcus Aldridge, Karl-Anthony Towns, Jimmy Butler e Damian Lillard, mentre dalla Eastern Conference sono stati chiamati Kyle Lowry, Bradley Beal, Kevin Love, Al Horford, John Wall, Victor Oladipo e Kristaps Porzingis.  

ASSENZE ECCELLENTI - Ovviamente non soono mancate le assenze eccellenti tra i convocati: su tutte spiccano quelle di Chris Paul, che ha fatto parte di una selezione All Star Game per ben nove volte, e di Paul George che non ha ancora ingranato a pieno regime ad OKC. Fanno decisamente rumore anche le esclusioni di Lou Williams, che in gennaio sta viaggiando a 29.2 punti, 6 assist e 2.3 rimbalzi di media uscendo di fatto sempre dalla panchina, e di Andre Drummond che non ha preso bene l'esclusione e su Twitter ha commentato la cosa piuttosto seccato: "Credo che qualcuno mi stia prendendo in giro e penso che dovrò iniziare a fare i salti mortali indietro dopo ogni canestro per farmi notare". Più ironica invece la reazione del sesto uomo dei Clippers che ha cinguettato un semplice "Lol" (risata) precisando poi che si riferiva proprio all'esclusione dall'All Star Game. 

DRAFT - Nella notte giovedì e venerdì LeBron James e Steph Curry comporranno le squadre attraverso un vero e proprio draft. La prima scelta spetta al fuoriclasse dei Cavs che ha ricevuto la maggioranza dei consensi dei tifosi. Prima verranno selezionati i quattro titolari - senza distinzione di ruolo e di conference di appartenenza - di ogni squadra e poi ovviamente le riserve che potranno essere chiamate in causa a gara in corso. Successivamente poi verranno svelati anche i nomi dei coach che però non potranno però essere Steve Kerr e Brad Stevens che hanno partecipato agli All Star Game lo scorso anno.

Articoli correlati

Commenti