Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

NBA, Gallinari segna 20 punti: tris di vittorie per i Clippers. Denver rialza la testa
© AP
NBA
0

NBA, Gallinari segna 20 punti: tris di vittorie per i Clippers. Denver rialza la testa

Primo successo per i nuovi Minnesota Timberwoles di coach Saunders, tutto facile per Golden State

LOS ANGELES (USA) - Basket NBA, ecco quanto è avvenuto nei match disputati nella notte tra l'8 e il 9 gennaio. La sfida dello Staples Center tra i Los Angeles Clippers e i Charlotte Hornets comincia nel migliore dei modi per Danilo Gallinari, che segna 12 punti nei primi nove minuti, fondamentali per staccare gli avversari sul +9 a fine prmo quarto. Gli Hornets non mollano e rimangono aggrappati, chiudendo il primo tempo sul -5, ma in realtà inseguono per tutta la partita. Doc Rivers, head coach dei Los Angeles Clippers, dispone di due giocatori in panchina sempre in grado di dare una mano alla squadra: Lou Williams e Montrelz Harris, che segnano rispettivamente 27 e 23 punti. Il primo ci aggiunge 10 assist e il secondo 11 rimbalzi. Danilo Gallinari chiude la partita così come l'aveva iniziata: segnando. Sua la tripla del +18, serata da 4/7 dal perimetro e 20 punti per l'azzurro, conditi da 5 rimbalzi, 4 assist e neanche un tiro libero.

NUOVA VITA - Il periodo di transizione dei Minnesota Timberwolves con Ryan Saunders come coach ad interim inizia alla Cheasapeak Energy Arena contro gli Oklahoma City Thunder. Andrew Wiggins tiene il passo di Westbrook e George, non lasciando scappare via i padroni di casa nel primo tempo. Sul 70-70, nel terzo quarto, Karl-Anthony Towns commette il quarto fallo e si siede nervoso in panchina, rispondendo male al suo allenatore. Wiggins è scatenato e schiaccia su Noel, ma l'impatto è così forte che il il difensore sbatte la testa sul parquet e finisce all'ospedale. La partita è tesa: Jeff Teague litiga con Schroeder, il play di Minnesota spinge l'avversario e viene espulso. A cinque minuti dalla fine i Timberwolves rimangono aggrappati al match grazie alla tripla di Towns, ma Westrbook riporta in testa OKC a 3'34 dalla sirena. La partita, però, la decide Andrew Wiggins, che con 40 punti e 10 rimbalzi regala al nuovo allenatore il primo successo in carriera. I padroni di casa sbagliano tre tiri negli ultimi 15 secondi e Ryan Saunders può festeggiare con tutta la panchina. Finisce 119-117 per Minnesota.


GOLDEN STATE E LE ALTRE - I New York Knicks arrivano ad Auckland per sfidare i campioni in carica, ma la partita rimane in parità fino al terzo quarto. Poi è Klay Thompson, con tre triple cosecutive, a chiudere i conti. Sette centri dal perimetro e 43 punti per la guardia tiratrice. Nikola Jokic e i Denver Nuggets, dopo la sconfitta a Houston, si presentano a Miami per ritrovare il successo e mantenere primo posto nella Western Conference. La partita si decide nei minuti finali: Adebayo pareggia a 22.9 dal termine, ma Jamal Murray sforna l'assist per Jokic, che con un teardrop vincente a 2.4 dalla sirena firma il successo dei Nuggets. 29 punti 11 rimbalzi e 10 assist per il serbo.

Jimmy Butler guida Philadelphia alla vittoria. I 76ers dominano nel pitturato contro Washington e nel secondo quarto sono in vantaggio di 25 punti. Nella seconda parte di gara si scatena Landry Shamet, che mette a referto 29 punti e Philadelphia batte i Wizards 132-115. Bogdanovic e Sabonis guidano Indiana nel prmo quarto contro Cleveland, che va addirittura sotto di 26 punti. I Cavs, rientrano addirittura -5 a un minuto dal termine, grazie anche ai 26 punti di Jordan Clarckson, ma Victor Oladipo chiude la partita da dietro l'arco. Gli Atlanta Hawks fanno visita ai Raptors, con Vince Carter che (forse) gioca la sua ultima partita della carriera sul suo amato parquet canadese. Standing ovation per Vinsanity al suo ingresso in campo (13 punti in 16 minuti per l'ex Toronto). La partita, però, è nelle mani di Kawhi Leonard: 31 punti 6 assist e 6 palle rubate per il 104-101 finale, ma soprattutto una difesa perfetta nei momenti chiave dell'incontro. Quella tra i Phoenix Suns e i Sacramento Kings è una sfida equilibrata fino all'ultimo minuto, fino a quando Kelly Oubre (26 punti e massimo in carriera eguagliato) schiaccia per la vittoria dei Suns a 11.1 secondi dallo scadere.

Questi i risultati delle gare Nba disputate nella notte italiana: Los Angeles Clippers - Charlotte Hornets 128-109; Cleveland Cavaliers - Indiana Pacers 115-123; Philadelphia 76ers - Washington Wizards 132-115; Miami Heat - Denver Nuggets 99-103; Toronto Raptors - Atlanta Hawks 104-101; Oklahoma City Thunder - Minnesota Timberwolves 117-119; Phoenix Suns - Sacramento Kings 115-111; Golden State Warriors - New York Knicks 122-95

Vedi tutte le news di NBA

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti