Serie A

Vedi Tutte
Serie A

Venezia batte in volata Pesaro. Sassari stoppa Trento. Colpo di Brindisi

Venezia batte in volata Pesaro. Sassari stoppa Trento. Colpo di Brindisi
© CIAMILLO

Gli orogranata battono 72-71 Pesaro che ora è ultima dopo il successo per 77-73 di Brindisi a Reggio. Sassari ferma la striscia di Trento battendola 78-67

 

domenica 7 gennaio 2018 20:45

ROMA  - Approfittando del passo falso di Brescia, la Reyer Venezia, dopo aver battuto Pesaro 72-71, ha agganciato quello che era un terzetto di testa a quota 20 punti. Il successo degli orogranta è stato però tutt'altro che agevole: i lagunari infatti hanno chiuso a +8 un primo quarto dominato da Peric capace di segnare 9 dei suoi 15 punti totali nei 10' iniziali (23-15). Pesaro, con Monaldi in campo, ha però ridotto il gap nel secondo spicchio del primo tempo costringendo la Reyer agli straordinari per allungare nuovamente tra secondo e terzo quarto grazie ai canestri di Watt, Tonut e De Nicolao che hanno portato i padroni di casa a +11 (65-54). Ancora una volta Monaldi ha guidato assieme a Moore la riscossa di Pesaro che ha messo la testa avanti a 4' dalla fine (67-62). Il canestro di Johnson e soprattutto cinque punti consectivi di Haynes hanno però permesso alla Reyer di riportarsi a distanza di sicurezza e di resistere ai tentativi di rimonta marchigiani affidati a Moore che ha fallito anche il tiro del possibile successo.

BRINDISI CORSARA - Lo scivolone a Venezia è costato molto caro ai marchigiani che ora si ritrovano ultimi in fondo alla classifica visto che Brindisi ha centrato la seconda vittoria di fila sbancando Reggio Emilia 77-73 al termine di una partita in cui i salentini hanno comandato soprattutto nel primo tempo chiuso a +1 (41-40) grazie ai punti portati alla causa da Suggs, Tepic e Moore. Nella terza frazione però c'è stato il risveglio di Reggio che ha tenuto a soli 12 punti gli avversari e ne ha segnati 19 grazie soprattutto a Della Valle (15 punti), Julian Wright (27 punti e 8 rimbalzi) e a James White. Il +6 al suono della terza sirena è stato però di nuovo capovolto dal grande ultimo quarto giocato da Brindisi che si è affidata a Mesicek e Smith (8 punti a testa nel frangente per piazzare il break di 24-14 che ha portato gli ospiti al successo. 

TRENTO KO - Si è invece fermata dopo nove successi tra campionato e coppa la striscia positiva di Trento che è stata sconfitta 78-67 dalla Dinamo Sassari di Scott Bamforth, autore di 23 punti. I biancoblu sono di fatto sempre rimasti in testa e hanno raggiunto ben presto la doppia cifra di vantaggio senza più voltarsi indietro fino ala sirena finale. Più che positiva anche la prova di Polonara (11 punti e 11 rimbalzi), mentre a Trento non sono bastati i 15 punti e 8 rimbalzi di Sutton. 

Articoli correlati

Commenti