Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Dilettanti Lazio

Vedi Tutte
Dilettanti Lazio

Giovanissimi Ottavia, Vento: «Che emozione vincere il Torneo delle Regioni»

Giovanissimi Ottavia, Vento: «Che emozione vincere il Torneo delle Regioni»

Parla il portiere classe 2003 fresco vincitore dell'importante kermesse

Sullo stesso argomento

 

venerdì 6 aprile 2018 18:11

ROMA - Da venerdì 30 marzo in casa Ottavia c'è un Campione d'Italia. Si tratta di Emanuele Vento, fresco vincitore del Torneo delle Regioni 2018 con la Rappresentativa Giovanissimi Regionali del CR Lazio: il talentuoso portiere azzurro ripercorre il trionfo nella prestigiosa manifestazione, a partire dalle convocazioni del ct Gianfranco Pesci. “Sinceramente non mi aspettavo di essere considerato. La prima chiamata è arrivata in un periodo particolare per me perché non stavo rendendo al massimo: è servita a darmi una scossa e sono rimasto molto contento perché mi impegno sempre al massimo negli allenamenti”. Esordisce così il numero 1 classe 2003 di via delle Canossiane, che racconta poi qual è stato il momento più bello ed importante dell'avventura in Abruzzo: “E' stata la prima gara, pareggiata in rimonta contro la Lombardia, perché ci ha fatto comprendere le nostre potenzialità e che potevamo arrivare fino in fondo – spiega Emanuele – In pochissimo tempo la squadra ha legato molto, sviluppando identità e caratteristiche precise: non mollare mai, giocare sempre con grande grinta, aiutarsi in gara. L'unione generale tra di noi è stata decisiva”. Non può mancare, poi, una battuta sulle sensazioni provate dopo il successo finale: “E' stata un'emozione indescrivibile, una gioia enorme. Battere una squadra molto importante come la Sicilia, con giocatori forti che ci hanno messo in difficoltà, è stato stupendo. Abbiamo dimostrato in tutto il torneo di essere i più forti, di lottare sempre fino alla fine e questo ci ha fatto centrare l'obiettivo”. Infine Emanuele Vento conclude con un'analisi sulle proprie prestazioni, dimostrando grande umiltà e mentalità: “Sono molto autocritico, penso di essere andato abbastanza bene ma non sta a me giudicare”. Spetta ad altri, è vero, i quali però già hanno messo gli occhi sul giovane e promettente portiere azzurro: oggi pomeriggio un'amichevole con la sua Ottavia contro i pari età della Ternana, che potrà osservarlo da vicino, con altre società professionistiche che nelle prossime settimane si faranno avanti per lui. 

TUTTO SUI DILETTANTI

Articoli correlati

Commenti