Calcio

Vedi Tutte
Calcio

Crisi Salernitana: Sannino si è dimesso

Il tecnico vesuviano ha rassegnato le dimissioni nelle mani del ds Fabiano nella tardissima serata di ieri dopo i contrasti con una parte della tifoseria. Il tecnico aveva detto dopo il pari con la Pro vercelli: «A Salerno non avete mai visto calcio», un'uscita infelce che ha mandato in fibrillazione il popolo del cavalluccio Marino che aveva tra gli altri apprezzato in passato allenatori del calibro di Zeman e Delio Rossi. Lascia la squadra granata 12ª in classifica, avendo conquistato 18 punti, frutto di 3 vittorie, 9 pareggi e 4 sconfitte. Una media da play out. Per la successione si fanno i nomi di Bollini, Menichini, Gregucci,Calori e D'Aversa.

 di Tullio Calzone

mercoledì 30 novembre 2016 10:47

Caos alla Salernitana: il tecnico Beppe Sannino si è dimesso nella notte. Un gesto nemmeno troppo inatteso dopo l'inferno scatenatosi sul web in seguito a un'infelice e ingenerosa uscita dell'allenatore vesuviano che aveva stigmatizzato con queste parole le critiche di una parte della tifoseria per i risultati poco incoraggianti della squadra. «A Salerno non avete mai visto calcio», s'era lasciato scappare, tra l'altro, in tribuna stampa il luogo da cui aveva assistito, squalificato, alla gara pareggiata dalla Pro all'Arechi nel posticipo. Un pari che non era andato affatto giù al passionale popolo del cavalluccio marino. Per la successione si prospettano diverse soluzioni: da un incarico a Bollini sino al clamoroso ritorno di Menichini, il tecnico della promozione in B e dell'ultima sofferta salvezza. Ma con un organico come quello della Salernitana bisognerebbe poter ambire a qualcosa di più Ecco perché potrebbero prendere quota nelle prossime ore le ipotesi che conducono a D'Aversa e ad Alessandro Calori, lo scopritore e valorizzatore, tra gli altri, di Stephan El Shaarawi e di Omar El Kaddouri.

Articoli correlati

Commenti