Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Calcio

Vedi Tutte
Calcio

Stefano Tacconi chiede scusa: «Razzismo? Era solo goliardia»

Stefano Tacconi chiede scusa: «Razzismo? Era solo goliardia»

L'ex portiere della Juventus in un secondo video: «La gente in Italia non si fa mai gli affari suoi»

Sullo stesso argomento

 

venerdì 2 febbraio 2018 18:06

ROMA - Stefano Tacconi nella bufera dopo un video in diretta pubblicato sul proprio account Facebook. Per scusarsi per l'accaduto, l'ex portiere della Juventus e della Nazionale è intervenuto su RMC Sport: «Prendo le distanze da tutto ciò che si è detto - ha esordito Tacconi - Stavo parlando in auto con degli amici: è solo goliardia. Questa mattina ho pubblicato un altro video in cui chiedevo scusa a tutti. Ho amici di colore, non sono fascista».

IL VIDEO PUBBLICATO DA STEFANO TACCONI

IL FATTO - Dopo il funerale dell'ex ct azzurro Azeglio Vicini l'ex portiere della Juve si trovava in macchina con altre tre persone fra le quali Sergio Brighenti, storico assistente di Vicini. Durante la chiacchierata in auto Tacconi si era lasciato andare a qualche commento di stampo razzista come "quei negher lì...", riferito a 'Idris' Sanneh, opinionista e tifoso juventino, anch'egli presente al funerale. «Ho chiamato negher, come lo dovevo chiamare? Mica è bianco», aveva detto Tacconi: «In Italia ormai i calciatori bianchi sono discriminati». Poi si era inserito nella discussione Brighenti che aveva raccontato di «quando ero a Modena e facevo il presidente onorario dei "maneggiatori" portarono almeno quattro giocatori africani. Mi sembrava impossibile che fossero da settore giovanile, sono andato a controllare e avevano documenti falsi».

Articoli correlati

Commenti