Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Bari, tutta la verità sul caso Galano

Bari, tutta la verità sul caso Galano
© LaPresse

La destinazione del Robben della Capitanata? Non è esclusa la A. Sarri lo aveva fatto già seguire per il club toscano prima di andare ad allenare il Napoli. Mentre il Pescara, che ha già formulato un'offerta gradita al giocatore, aspetta che il Bari abbassi la richiesta di un milione di euro per la cessione dell'attaccante a scadenza nel 2016. Intanto parla il procuratore di Galano, l'agente napoletano, Mario Giuffredi: «Ci auguriamo che venga trovata una soluzione che rispetti gli interessi di tutti. Il Bari? Non c'è al momento nessun offerta. E' legittimo che chieda tanti soldi per cedere il giocatore. Ma serve un acquirente».

di Tullio Calzone

domenica 19 luglio 2015 22:32

Il caso Galano non resterà a lungo irrisolto. Questione di settimane, tutto al più di un mese. Ma la soluzione è praticamente già scritta. Il braccio di ferro sulla valutazione del calciatore tra Bari e Pescara di venti giorni fa dovrebbe ammorbidirsi anche se le indiscrezioni filtrate dalla società pugliese di un no ostinato del calciatore (a scadenza il prossimo 30 giugno) alla proposta formulata di rinnovo non troverebbero riscontri certi, almeno stando alle dichiarazioni del procuratore del fantasista foggiano, l’agente Mario Giuffredi. 

GIUFFREDI SPIEGA - «Con il ds Antonelli, prima del suo addio al Bari, avevamo concordato nell’interesse di tutti di trovare una soluzione adeguata al valore del calciatore che negli ultimi due campionati ha realizzato 20 gol in B e sfiorato la A nei play off un anno fa da protagonista con Alberti in panchina - spiega il procuratore napoletano, lo stesso di Bellomo, subentrato per entrambi a Davide Lippi lo scorso febbraio - Un rinnovo con il Bari? Non so perché si sia aspettato sino a questo punto. Io non ho sentito nessuno, né tanto meno ho ricevuto delle proposte concrete da valutare. Non c’è nessuna offerta del Bari rifiutata. Ho parlato una sola volta con il presidente Paparesta da quando curo gli interessi del giocatore. La società valuta un milione di euro Galano. E’ legittimo, ma poi bisogna trovare un acquirente. Di recente ci sono stati dei contatti con il Pescara, disposto a offrire un triennale a condizioni per noi favorevoli e accettabili. Ma il Bari ha ribadito di non voler scendere al di sotto di quella cifra per la cessione e l’affare si è bloccato. Non possiamo accettare un accordo non soddisfacente, ma se qualcuno pensa che ci spaventi l’ipotesi di restare fermi un anno, si sbaglia di grosso (a febbraio Galano potrebbe già firmare per un altro club, dopo aver buttato però via un anno, ndr). Ci auguriamo che si possa trovare un’intesa ragionevole che tuteli gli interessi di entrambe le parti». 

 

SOLUZIONI - In realtà a oltre un mese dalla chiusura della sessione estiva del mercato è abbastanza normale che la quotazione di Galano tenga dopo essersi già notevolmente abbattuta rispetto a un anno fa. Ma tra un mese le cifre saranno ancora queste? Insomma, questione di un paio di settimane, o forse tre, e la situazione comincerà a chiarirsi. E allora potrebbe tornare d’attualità anche un’ipotesi accantonata per il momento che vorrebbe il Robben della Capitanata in A ad Empoli. Il club toscano aveva già seguito Galano dopo la splendida stagione dei play off e Sarri lo aveva valutato adatto al suo progetto tecnico. Sarà così anche per il successore dell’attuale allenatore del Napoli, Marco Giampaolo? Non è da escludere. E tra un mese potrebbe essere diversa anche la valutazione del funambolico e introverso fantasista foggiano in grado di giocare in tutte le posizioni offensive in moduli diversi e convinto di poter ancora aspettare una chiamata dalla Serie A prima di accettare quella del Pescara e dire addio al suo Bari, forse anche un po’ a malincuore!

Per Approfondire

Commenti