Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Roma delusa da Manolas. E il rinnovo slitta

Roma delusa da Manolas. E il rinnovo slitta
© Bartoletti

Il club non è soddisfatto delle prestazioni del greco che chiede soldi: il caso-contratto resta in sospeso

Sullo stesso argomento

di Roberto Maida

giovedì 1 settembre 2016 11:49

ROMA - E adesso, Manolas. Si è chiuso ufficialmente il mercato, si è aperta virtualmente la negoziazione. Chiacchierate private, discussioni interne. Manolas è scontento della sua situazione contrattuale, dopo essere stato tentato da molte offerte vantaggiose, e ha chiesto più soldi per continuare a giocare nella Roma. La Roma però nel frattempo è rimasta delusa dalle recenti prestazioni di Manolas e si aspetta un’immediata inversione di tendenza prima di discutere il possibile (probabile) rinnovo. Una fase di stallo che prelude, nelle intenzioni di tutti, a un accordo.

VAINQUEUR AL MARSIGLIA

IL QUADRO - A Trigoria hanno fatto uno sforzo per trattenere il giocatore, a fronte di proposte ricchissime (superiori ai 30 milioni) arrivate dai principali club inglesi. Anche dopo l’eliminazione dalla Champions League, la Roma avrebbe potuto incassare una bella somma attraverso il trasferimento di Manolas. La coppia Baldissoni- Sabatini ha deciso di resistere per ragioni tecniche - Spalletti considera Manolas fondamentale per la sua difesa - e anche finanziarie: fino a oggi, valeva la clausola che imponeva il versamento all’Olympiacos del cinquanta per cento dell’eventuale cessione. Manolas potrebbe essere invece venduto l’estate prossima senza vincoli di alcun tipo.

TUTTO SULLA ROMA

SCENARIO - Potrebbe essere questa la soluzione che rasserena le parti. La Roma aumenterà lo stipendio di Manolas, che guadagna 1,8 milioni netti più i bonus e va in scadenza nel 2019, onorando una vecchia promessa di Sabatini. Ma alla fine della stagione lo cederà al miglior offerente, evitando nuove antipatiche frizioni.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport

Articoli correlati

Commenti