Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Calciomercato Inter, per alzare il muro c'è anche Koulibaly

Calciomercato Inter, per alzare il muro c'è anche Koulibaly
© LaPresse

Non solo Marquinhos, Manolas e De Vrij: monitorato il centrale del Napoli. Seguito anche Laporte del Bilbao

Sullo stesso argomento

 

martedì 28 febbraio 2017 11:09

MILANO - Il ds Ausilio, alla luce della predisposizione di Pioli di utilizzare la difesa a tre (più o meno mascherata) ritiene prioritario in vista della prossima stagione un investimento su un forte centrale, un elemento in grado di cambiare gli equilibri di un reparto dove comunque saranno inseriti anche un paio di esterni di spessore (uno sarà Rodriguez se il Wolfsburg accetterà di trattare). La dirigenza nerazzurra vorrebbe Marquinhos del Psg, ma si tratta di un’operazione quasi impossibile. E così da qualche tempo hanno iniziato a valutare le piste italiane che portano a Manolas della Roma, a De Vrij della Lazio e anche a Koulibaly del Napoli. Anche se emissari nerazzurri sono stati spesso visti anche alle gare dell’Athletic Bilbao per visionare Laporte. Suning ha capito che per acquistare un difensore centrale di questo livello serviranno tanti soldi. Non ci sono dubbi sugli interessamenti per Manolas e De Vrij, anche se quest’ultimo pare più diretto verso la Premier. Ma si è fatta largo anche l'idea di provare un affondo per Koulibaly che rispetto agli altri due ha un contratto più lungo (2021) e rinnovato a settembre. Sembrerebbe quello più complesso da avvicinare ma all'Inter si lasciano aperta la possibilità, nella convinzione che in assenza di una clausola rescissoria, la richiesta iniziale di De Laurentiis (60 milioni) sia trattabile.

CALCIOMERCATO

LAPORTE E SANCHEZ - All’estero invece occhi puntati su Aymeric Laporte, classe 1994 dell’Athletic Bilbao. Anche in questo trattativa non semplice: contratto fino al 2020 e concorrenza del Manchester City. Il club di Bilbao è riuscito ad alzare la clausola rescissoria dai 50 milioni del 2016 ai 65 attuali (sarà valida fino al 2018, poi crescerà fino a 70). Anche con Suning arrivare a certe cifre è complicato, ma se davvero il ventiduenne nato in francese sarà ritenuto l’elemento adatto per rinforzare la squadra, un tentativo sarà fatto. Del resto la prossima stagione l'Inter farà una cessione di peso e il cambio di procuratore di Perisic, con Fali Ramadani, fa intendere che il croato prenda in considerazione la Premier. L’Arsenal pare interessato: lì gioca un certo Alexis Sanchez...

TUTTO SULL'INTER

Articoli correlati

Commenti