Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Wesley con Immobile, il sogno Lazio. Caceres ai saluti
© AFPS
Calciomercato
0

Wesley con Immobile, il sogno Lazio. Caceres ai saluti

Tare non molla l'attaccante del Bruges, vicino al biancoceleste in estate, ma c'è la Cina in agguato. Difesa, l'uruguaiano via a gennaio

ROMA - La conferma: Wesley è ancora nel mirino del diesse Tare. Il pericolo: c’è un club cinese in agguato, potrebbe convincerlo a firmare a gennaio, s’è fatto avanti anche il Watford. E’ il mercato, bellezza o stranezza. Ciò che vale oggi può essere smentito domani. La notizia di ieri sta qui: la Lazio non ha mollato l’attaccante del Bruges. Il no estivo di Inzaghi non ha messo la parola fine all’interesse della società. Simone, a luglio, ha preferito che i soldi stanziati per Wesley (tra i 12 e i 15 milioni) venissero spesi per rintracciare il nuovo Felipe Anderson, alla fine sono stati destinati per acquistare Correa (16 più 3 di bonus).

La storia Wesley-Lazio si conosce, è trita e ritrita. Il brasiliano era stato individuato dal diesse Tare, aveva detto sì al trasferimento, s’erano chiusi gli accordi economici con i suoi manager, restava da chiudere l’accordo con il Bruges. Fermi tutti, i conti non erano stati fatti con Simone. S’è tenuto Caicedo e ha accolto Correa pur sperando nell’arrivo di Gomez dell’Atalanta. Wesley ci è rimasto male, ma non ha portato rancore. Il diesse Tare ha continuato a seguirlo, l’ha ammirato in Champions. Nell’ultima partita, il Bruges ha demolito il Monaco dentro lo “Stade Louis II” e il brasiliano è stato tra i protagonisti. Wesley, in Champions, ha segnato 2 gol in 4 gare. In tutto, considerando il campionato belga e le Coppe nazionali cui ha partecipato il Bruges, ha messo a segno 10 gol in 19 partite (7 in 13 partite di campionato).

CACERES ADDIO A GENNAIO - Caceres lascerà la Lazio a gennaio. Il difensore uruguaiano andrà via un anno dopo il suo arrivo per una serie di fattori. Si lavora per trovare un accordo d’uscita, a breve verrà a Roma il suo manager, Davide Lippi. Caceres ha deluso, non ha mai dato ciò che si sperava e ultimamente non sono piaciuti alcuni atteggiamenti (non è stato convocato per Reggio Emilia). Il giocatore, da parte sua, si lamenta per l’utilizzo, inferiore alle aspettative. Caceres, secondo quanto assicura la Lazio, non sarà rimpiazzato fino a giugno.

Leggi tutto sull'edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio

 

Vedi tutte le news di Calciomercato

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina