Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Fuori dal Campo

Vedi Tutte
Fuori dal Campo

Funerali Astori, l'addio a Firenze

Funerali Astori, l'addio a Firenze
© LAPRESSE

Nella basilica di Santa Croce l'ultimo saluto al capitano della Fiorentina. Tutto il mondo dello sport italiano presente, arrivata anche la Juventus da Londra

 

giovedì 8 marzo 2018 10:29

FIRENZE - Un lungo applauso e lacrime: così per il passaggio del feretro di Davide Astori davanti allo stadio Franchi di Firenze da parte dei tantissimi presenti che volevano dare il loro ultimo saluto al capitano viola scomparso domenica scorsa. Via via si erano radunate oltre duemila persone. Il carro funebre, scortato da due motociclisti della polizia e quattro della polizia municipale, è passato lentamente davanti allo stadio e tra i presenti in tanti hanno voluto toccare l'auto come per dare una carezza ad Astori.

Il corteo è poi arrivato in piazza Santa Croce, per celebrare i funerali nell'omonima basilica. L'arrivo è stato accolto da un applauso della folla che si è radunata nella piazza, poi un silenzio commosso. In tanti hanno portato la sciarpa viola, altri bandiere della Fiorentina. Poi le esequie, alle quali hanno preso parte tantissimi esponenti del mondo del calcio.

12.29 - IL FERETRO ACCOMPAGNATO DALL'INNO DELLA FIORENTINA - I tifosi di piazza Santa Croce intonano l'inno viola all'uscita del feretro, accompagnato dagli stendardi di alcune squadre di Serie A. Tra i cori per Astori anche "c'è solo un capitano". 

12.23 - CONI, MALAGO': «GRANDE TESTIMONIANZA DEL MONDO DEL CALCIO»

12.00 - SI È CONCLUSA LA CERIMONIA

11.54 - BADELJ: «PER NOI ERI LA LUCE» - Durante la cerimonia ha preso la parola il centrocampista croato, nuovo capitano della Fiorentina: «Sei il fratello o il figlio che tutti vorrebbero avere, il compagno di squadra ideale. Per noi eri la luce»

11.50 - ASTORI, IL FRATELLO: «CI AVETE DIMOSTRATO QUANTO BENE VOLEVATE A DAVIDE» - «Non ci sono tante parole: dicevo sempre a lui che quando facevano le interviste diceva sempre le stesse cose, quindi faccio la stessa cosa anche io». Lo ha detto, con la voce rotta dal pianto, Marco Astori, fratello di Davide, prendendo la parola alla cerimonia funebre del capitano della Fiorentina. «In questi giorni ci avete dimostrato quanto volevate bene al mio Davide»

10.49 - COMINCIATA LA CERIMONIA 

10.30 - MALORE PER IL PADRE DELLA COMPAGNA - E' stato il padre di Francesca Fioretti, compagna di Davide Astori, secondo quanto appreso dall'Ansa, ad accusare un malore mentre era già nella basilica di Santa Croce. Da quanto appreso l'uomo starebbe meglio e le sue condizioni non desterebbero preoccupazioni.

10.15 - ARRIVATA ANCHE LA JUVENTUS - Una delegazione della squadra bianconera è arrivata direttamente da Londra, dopo l'impegno di Champions League. Anche per loro applausi. Tra i presenti Allegri, Buffon, Rugani, Pjanic, Landucci, Chiellini, Bernardeschi (arrivati prima e senza divisa sociale), Barzagli e De Sciglio.

10.12 - I PRESENTI - Totti, Baldissoni, El Shaarawy, Florenzi, Giuseppe Rossi, Pasqual, Toldo, il presidente del Cagliari Giulini, De Maio, Borja Valero, Spalletti, Ranocchia, D'Ambrosio, il presidente dell'Atalanta Percassi con Ilicic, Baresi e Filippo Galli, il ministro Lotti, Ventura, Di Biagio e Malagò, Diego e Andrea Della Valle, Cognigni e Renzi, Pirlo, Tommasi, Evani, Maggio e il vicepresidente del Napoli Edoardo De Laurentiis, Perin, Bertolacci, Perinetti, Van Basten. 

10.10 - APPLAUSI PER BABACAR - L'ex attaccante viola, passato a gennaio al Sassuolo, tra i primi ad arrivare in basilica. 

10.00 - MALAGO' IN TESTA, LO SPORT SI COMMUOVE - Mentre piazza Santa Croce continua a riempirsi di gente, sono arrivati anche il ministro dello Sport Luca Lotti, il presidente del Coni Giovanni Malagò, il commissario straordinario della Figc Roberto Fabbricini e il suo vice Alessandro Costacurta e l'ex commissario tecnico Gian Piero Ventura. Arrivate poi le delegazioni delle squadre, tra queste l'Inter, rappresentata da Zanetti, il tecnico Spalletti, Ranocchia, Borja Valero e Vecino, che hanno giocato con Astori fino all'anno scorso. Per tutti applausi, anche all'arrivo della delegazione dell'Atalanta, della Cremonese, del Venezia, del Genoa, rappresentato da un altro ex viola come Giuseppe Rossi. All'interno della Basilica si trovano anche il sindaco di Firenze Dario Nardella e il presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani. C'è anche Matteo Renzi, accolto da Diego Della Valle. Nella basilica arrivati anche i presidenti dell'associazione calciatori e di quella degli allenatori, Tommasi e Ulivieri. Tante le squadre che partecipano, oltre a ex campioni come Butragueno e Van Basten, e allenatori (da Gian Piero Ventura a Gigi Di Biagio) e molti altri.

 

Articoli correlati

Commenti