Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Italia

Vedi Tutte
Italia

Ventura: «Dai Italia, sorprendimi»

Ventura: «Dai Italia, sorprendimi»
© ANSA

Il ct azzurro ha parlato del match di domani sera al Bernabeu: «Abbiamo la consapevolezza di fare qualcosa di importante per il futuro»

Sullo stesso argomento

dal nostro inviato Andrea Ramazzotti

venerdì 1 settembre 2017 20:30

MADRID - Ventura, Ventura, pensa al 4-2-4?
L’infortunio di Chiellini non ci voleva, ma non cambia le decisioni che avevamo preso. Abbiamo solo perso un giocatore importante e non ci voleva.

Che gara sarà Spagna-Italia?
Sarà una partita importante, in uno stadio importante contro un’avversaria importante. Per questo serve una prestazione importante. Sarà una partita importante, ma in campo non ho trovato i coccodrilli e sarà solo calcio. Mi aspetto una verifica di quello che abbiamo fatto finora, anche perché dopo ce ne saranno altre. Dobbiamo giocare con la voglia di essere protagonisti.

Non è davvero emozionato per questo incontro in questo impianto?
Sono contento di potermela giocare, non emozionato. E’ eccitante confrontarsi con giocatori importanti, lottare per la prima posizione in classifica in uno stadio così. Mi sarebbe piaciuto giocarla ancora meglio, ma possiamo fare qualcosa di sorprendente.

Questo Spagna-Italia chiude definitivamente il capitolo dell’eredità contiana?
Nella mia ingenuità pensavo che fosse già chiusa… Chiudiamola, dai… E’ limitativo metterla giù così. Quello che abbiamo fatto quest’anno è un qualcosa di più importante rispetto ai gol e alla classifica. Abbiamo esportato un’immagine diversa e la chiusura con il passato c’è stato sotto tutti i punti di vista anche tattico. Questa è una tappa di un percorso importante che stiamo facendo, ma non è la fine del giro.

Che Spagna si aspetta?
Sarà una squadra composta da giocatori di qualità. Se sarà una partita differente rispetto a quella di Torino, meglio. Speriamo sia ancora più positiva per noi. Loro sono la Spagna che per mentalità attacca e gioca sempre vincere. Il vero problema non è quello che mi aspetto dall'Italia, ma quello che mi aspetto dall'Italia. Credo che possiamo fare cose importanti, ma adesso vediamo cosa succederà. Far bene qua sarebbe un passo importantissimo nel nostro percorso di crescita.

Come ha trovato i giocatori a fine agosto?
Avevo detto che Chiellini stava bene ieri e invece... Siamo a inizio settembre e le squadre italiane a inizio settembre non sono mai al top anche perché c'era il mercato aperto. Abbiamo la consapevolezza di fare qualcosa di importante domani e per il futuro.

L'Italia torna al Bernabeu dopo la notte del 1982. Se giocherà con il 4-2-4 proprio contro la Spagna, cambierà l'immagine del nostro calcio?
Come faccio a rispondere? Non ho mica detto che giocherà con il 4-2-4. Devo riflettere e ponderare, preparare il match con serenità e non so dire come giocheremo adesso.

Ha letto le critiche sull'eventuale mancato utilizzo domani di Insigne?
Subire le critiche per qualcosa che non si fa è bizzarro. Prima uno deve aspettare che una cosa succeda, poi eventualmente si critica.

Come sta Spinazzola?
E' determinato e vuole fare un campionato importante per l'Atalanta anche se è della Juventus. Se qualcosa lo ha disturbato, adesso è superato e ha voglia di far bene.

Articoli correlati

Commenti