Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Italia

Vedi Tutte
Italia

Tommasi: «Di Biagio ct? Ora giusto così»

Tommasi: «Di Biagio ct? Ora giusto così»
© ANSA

In Lega Serie A il presidente dell'Aic, nonché candidato per la poltrona di numero uno della Figc, ha parlato del dopo Ventura e dell'ipotesi Costacurta alla guida della Federazione.

Sullo stesso argomento

di Andrea Ramazzotti

mercoledì 10 gennaio 2018 13:30

MILANO - La campagna elettorale di Damiano Tommasi nella corsa a presidente della Figc ha fatto tappa oggi in Lega Serie A dove è andata in scena la presentazione dell’album Panini, appuntamento precedente all’assemblea dei club: “Ho chiesto la possibilità di presentare il mio programma in assemblea - ha spiegato il numero uno dell’Aic -, ma non so se ne avrò la possibilità di parlare. Se non mi sarà accordata, di sicuro ci sarà tempo di farlo nelle prossime settimane. La mia volontà è quella di riuscire a trasmettere un messaggio federale. Se si svestono i panni della squadra in cui si gioca, si veste una maglia sola, quella azzurra. Dobbiamo cercare di mettere al centro la Federazione e cercare di cambiare il progetto sportivo. Per l’amichevole contro l’Inghilterra ci sarà un nuovo ct? Difficile anche se non da escludere. E’ giusto però che in questo momento ci stia lavorando Gigi Di Biagio anche perché alle porte c’è l’impegno delle qualificazioni agli Europei. In questo momento credo che sia giusto andare avanti con le risorse che ha il Club Italia e con lo staff che sta seguendo Gigi Di Biagio. Il ct deve essere una scelta di un certo tipo. Dipende dal messaggio che si riesce a dare e dalle persone che si vogliono coinvolgere. Se si vuole ripartire e rilanciare, bisogna fare un certo tipo di percorso.

E chi è legato alla maglia azzurra deve partecipare a questo percorso. Quelli che hanno vestito la maglia azzurra per tanto tempo, nessun presidente federale può esimersi dal coinvolgerli se loro sono stimolati ad essere coinvolti. Credo che sia doveroso riportare quelle persone all’interno della Federazione per riportare al centro delle nostre attività l’aspetto sportivo. Costacurta mio avversario? Se si riesce a convergere su un nome esterno all’attuale consiglio federale che possa essere… unitario, sono il primo a convergere in quella direzione. Se si trattasse di un ex calciatore è inutile chiedercelo, siamo pronti».

Figc, Tommasi: «Coinvolgere Totti e Buffon nel nuovo calcio»

Articoli correlati

Commenti