Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Di Biagio: «I giovani giocano ancora poco»
© LAPRESSE
Under 21
0

Di Biagio: «I giovani giocano ancora poco»

Il ct dell’Italia Under 21 si prepara ad affrontare il Belgio: «È la squadra giusta per valutare il nostro livello»

ROMA - "Il Belgio è forte e sono contento di affrontarlo, così testeremo con una squadra di livello il nostro momento. Oltre alla valutazione dei singoli vedremo qualcosa di più dal punto di vista della squadra". Gigi Di Biagio, dal raduno di Bologna, ha parlato a Raisport della prima delle due amichevoli che attendono l'Under 21 giovedì 11 a Udine. Lunedì 15 la gara con la Tunisia, a Vicenza. "Abbiamo preso il meglio che in questo momento può servire quindi utilizzeremo la possibilità di vedere qualcosa di nuovo - ha detto il tecnico parlando delle convocazioni - In questo senso siamo consapevoli di quello che stiamo andando a cercare". Quattro giocatori sono alla prima chiamata: i romanisti Luca Pellegrini e Nicolò Zaniolo, il centrocampista della Cremonese Gaetano Castrovilli e l'attaccante della Juventus Moise Kean. Potranno puntare agli Europei? "Tutti ci possono arrivare. Tante volte si fanno le convocazioni condivise con l'Under 20, l'Under 19, con la Nazionale A. In tanti raduni non vengono chiamati giocatori che magari possono stare con noi, però dietro c'è un discorso che noi sappiamo bene...". Rispetto all'ultimo raduno qualche giovane ha avuto più spazio nel proprio club: "Noi speriamo sempre che loro possano giocare molto di più, perché in campo li vediamo poco. È un dato di fatto che giocano poco, ma noi siamo comunque qui a trovare delle soluzioni, provare qualcosa di nuovo e magari per loro può essere una vetrina che li porta a giocare di più nei club, come è successo a Di Marco".

Vedi tutte le news di Under 21

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti