Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Moviola

Vedi Tutte
Moviola

Milan-Inter, su Eder non è rigore ma...

Milan-Inter, su Eder non è rigore ma...
© ANSA

Nel derby graziato Alex sul penalty: da secondo giallo. In Udinese-Lazio Danilo da rosso diretto. Napoli senza un rigore. Ok il penalty al Bologna: Alvarez tocca con la mano

Sullo stesso argomento

 Edmondo Pinna

lunedì 1 febbraio 2016 09:40

ROMA - Ecco i principali casi da moviola delle sfide della 22ª giornata di Serie A.

DAMATO
MILAN-INTER 3-0

Disorientato, limitato anche, una gara che spesso è sembrata più grande di lui, poco accettato dai giocatori. Male Damato, nei due episodi-chiave (contatto Donnarumma-Eder e il rigore su Icardi) lo aiuta l’addizionale, Calvarese. Dimentica tanti gialli, grazia Alex, imposta la gara in maniera sbagliata. Ha amministrato e non arbitrato.
Primo tempo
1’ - Bacca in off side va per colpire il pallone (poi preda di Kucka), bravo Dobosz.
7’ - Eder-Antonelli al limite dell’area rossonera, verso il vertice. L’impressione è che Eder commetta fallo col braccio destro largo e che Antonelli lo travolga perché cade come conseguenza di questo comportamento.
10’ - Miranda trattiene per il braccio sinistro Kucka: era punizione e giallo.
17’ - Cross di Kucka, Niang in fuorigioco non segnalato, salva Handanovic.
19’ - Manata di Bonaventura su Perisic: poteva starci il giallo.
25’ - Santon sulla gamba destra Bonaventura in ritardo, secondo fallo in 10”: da giallo, non è arrivato neanche un banale richiamo.
46’ - Jovetic ferma col braccio sinistro un tocco di Honda: ammonito.
47’ - Niang di mano: manca il giallo.
Secondo tempo
2’ - Miranda su Bacca, diretto sull’uomo ma fuori area: manca punizione e giallo.
5’ - Donnarumma svirgola un rinvio, arriva sul pallone col pungo contemporaneamente ad Eder che ha la gamba molto alta: Damato sceglie la rimessa dal fondo, il peggiore dei mali (è una non decisione). Sicuramente non è rigore. Poteva starci il calcio di punizione indiretto per l’Inter (il portiere non avrebbe potuto toccare il pallone con la mano), ma pure per il Milan (gioco pericoloso di Eder): avesse colto l’infrazione contemporanea, avrebbe potuto applicare il regolamento (pagina 50, edizione 2015) e riprendere il gioco con una sua rimessa.
22’ - Kucka giù in area, qui forse fa bene Damato a far proseguire: c’è un leggero tocco di Medel sul piede sinistro, troppo poco per il rigore, abbastanza per non dare simulazione.
24’ - Ok il rigore assegnato per un calcio da dietro di Alex su Icardi: Damato coglie il suggerimento di Calvarese però sbaglia a non ammonire il rossonero (sarebbe stato il secondo).

DOVERI
CHIEVO-JUVENTUS 0-4

Morata forse in linea sullo 0-1
Partita ben arbitrata, ancorché non difficile, per Doveri: un solo dubbio, la posizione di Morata sullo 0-1. Al momento del cross di Lichtsteiner, sembra essere in linea con Frey (piede destro avanti), siamo ai millimetri. Di certo è che l’assistente numero due, La Rocca, è mal posizionato. Doveri tratta alla stessa maniera (giallo) due duri falli di Radovanovic (su Dybala) e Alex Sandro (su Radovanovic). Contatto Sardo- Dybala al limite dell’area, per l’arbitro non falloso, i due però hanno qualcosa da dirsi.

FABBRI
BOLOGNA-SAMPDORIA 3-2

Gastaldello da... arancione
Resta qualche scoria nella domenica di Fabbri, non tutto fila liscio. Chiariamo subito: il rigore decisivo assegnato al Bologna è abbastanza netto. Sul colpo di testa di Destro, Alvarez davanti a lui ha l’avambraccio destro largo e lo abbassa quando passa il pallone, colpendolo con la mano. Gli altri episodi: non c’è contatto fra Giaccherini e Ranocchia nell’azione che porta al 2-0 di Donsah. Giusto annullare il gol di destro: è in gioco sul “cucchiaio” di Giaccherini, ma poi, dopo aver tentato la rovesciata, si aggiusta il pallone con il braccio. Brutto fallo di Gastaldello, che travolge Muriel: da... arancione.

GIACOMELLI
GENOA -FIORENTINA 0-0

Sousa allontanato: che eccesso
Non ci sono errori palesi per Giacomelli. Sono in posizione regolare sia Perotti (è dietro Roncaglia), sia Pavoletti (dietro la linea del pallone) sull’occasione ad inizio ripresa. Contatto (leggerino...) fra Burdisso e Kalinic in area del Genoa. Rischia molto Vecino: appena ammonito (steso Pavoletti), interviene in ritardo su Dzemaili, poteva starci il secondo giallo. Allontanato Paulo Sousa, qui l’assistente numero uno, Longo, e l’arbitro Giacomelli peccano di severità: a norma di regolamento, l’allenatore non può uscire dall’area tecnica e non può interferire con il gioco, toccando il pallone prima che esca dalla linea laterale significa aver infranto entrambe le regole. Però: Sousa colpisce il pallone senza malizia, senza volontà di avere un vantaggio (la rimessa sarebbe stata del Genoa), forse neanche si accorge di essere a ridosso del campo.

MASSA
NAPOLI-EMPOLI 5-1

Buchel da rosso su Hamsik
Non buona la partita di Massa, coperta solo dal roboante punteggio finale. Manca un rigore e... mezzo, Buchel graziato dal rosso. Massa è un internazionale, uno dei prodotti degli attuali vertici dell’Aia, se questo è il futuro.... Subito un contatto fra Camporese e Higuain in area dell’Empoli, il difensore non colpisce mai il pallone ma calcia da dietro l’attaccante che, contemporaneamente, tira. Per questo forse non è arrivato il penalty. Occasione per Higuain, miracolo di Skorupski, tutto nasce però da una posizione di off side di Insigne non segnalata dall’assistente Marrazzo. Netto l’intervento di Albiol su Saponara, il difensore tocca leggermente il pallone per ultimo, quando però ha già travolto l’avversario, arrivando in ritardo: giusta la punizione dalla quale nasce il momentaneo 0-1. Il rigore che manca: Higuain in area, intervengono contemporaneamente in scivolata Laurini, Tonelli e Camporese, i primi due toccano il pallone, dunque nessuna infrazione al momento. Il pallone, però, rimane lì, nella disponibilità di Higuain che viene atterrato dalla gamba alta di Laurini: era calcio di rigore. Brutto intervento di Buchel, semiforbice (che non si chiude) su Hamsik, intervento che avrebbe meritato il rosso.

MARIANI
TORINO-VERONA 0-0

Albertazzi-Benassi da rigore
Non molto da rilevare nella partita di Mariani, che però vede non benissimo sull’abbraccio Albertazzi-Benassi in area del Verona: poteva starci il rigore. Nel primo tempo, occasione per Belotti, partito in off side (non rilevato) su lancio di Moretti.

CELI
UDINESE-LAZIO 0-0

Heurtaux-Matri, era fallo
Nel complesso - e soprattutto sul finale di partita - lascia più di una perplessità, anche se sugli episodi la moviola lo conforta. Ok annullare il gol di Kuzmanovic, è lui che tocca il pallone verso Edenilson, bravo pure l’assistente Manganelli. Djordjevic-Danilo in area, non ci sono gli estremi del rigore, ma i due se le promettono (e il bianconero fa la mossa di calpestare l’avversario), giallo per entrambi. Calcione di Danilo su Djordjevic, arriva il secondo giallo, ci stava il rosso diretto: la sostanza non cambia, ma.... Ok annullare il primo gol di Matri, in off side sul tiro di Parolo. Giusto annullare anche il secondo, spinge Heurtaux. Edenilson-Keita, contatto in area bianconera: leggerino.... Heurtaux, braccio al corpo: involontario. C’è fallo di Heurtaux su Matri che si inalbera e dice qualcosa di troppo all’assistente Manganelli: espulso.

Articoli correlati

Commenti