Serie A

Vedi Tutte
Serie A

Serie A, Frosinone-Atalanta: 0-0 senza emozioni

Serie A, Frosinone-Atalanta: 0-0 senza emozioni
© Getty Images

Il pareggio del Matusa è più utile ai nerazzurri che agli uomini di Stellone, penultimi e sempre più distanti dalla salvezza

Sullo stesso argomento

 

sabato 23 gennaio 2016 19:52

FROSINONE - Un giusto pareggio per 0 a 0 tra due squadre che non hanno mai provato a pungersi. Frosinone e Atalanta mettono insieme tre tiri nello specchio. Edy Reja sembra l'unico rammaricato, conscio di aver perso una buona occasione per guadagnare tre punti fondamentali per una salvezza tranquilla. Stellone rimane penultimo con 16 punti, sempre più lontano dal quart'ultimo posto che vorrebbe dire permanenza in Serie A. I nerazzurri sono 12esimi a 26 punti.

PRIMO TEMPO - I primi 45 minuti di gara sono privi di emozioni. Pochissime occasioni per parte, nessuna delle quali realmente pericolsa. Il Frosinone prova a fare la gara, sicuramente più bisognoso di punti dell'Atalanta, ma il possesso palla è sterile. I nerazzurri Kurtic e Monachello si rendono protagonisti di due bei gesti tecnici, due rovesciate che non finiscono troppo lontane dalla porta. Dionisi del Frosinone avrebbe sul destro la palla per il vantaggio, ma sbaglia tutto e solo davanti al portiere non riesce nemmeno a inquadrare lo specchio della porta.

SECONDO TEMPO - La ripresa inizia con più ritmo rispetto al primo tempo, ma l'attitudine di Frosinone e Atalanta è quella di non volersi fare del male. Le due squadre sono maggiormente preoccupate a non perdere che a provare a vincere. A Edy Reja questo atteggiamento non piace e inserisce German Denis nel tentativo di creare qualche occasione per andare in gol. Anche Stellone cerca di migliorare una fase offensiva piatta mettendo Samuele Longo per Daniel Ciofani. La prima palla pericolosa del secondo tempo arriva all'86' quando Gomez non riesce a deviare in porta un pallone calciato al volo. L'Atalanta si sveglia tardi e le poche incursioni in attacco degli ultimi minuti non bastano per vincere la partita, tardiva la discesa in campo di Alessandro Diamanti, apparso uno dei più affamati.

LA CLASSIFICA DI SERIE A

Articoli correlati

Commenti