Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Serie A

Vedi Tutte
Serie A

Serie A, Milan-Lazio 2-1: terza vittoria consecutiva per Gattuso 

Serie A, Milan-Lazio 2-1: terza vittoria consecutiva per Gattuso 
© ANSA

Cutrone la sblocca con un tocco di braccio non ravvisato da Irrati e dal Var, poi Marusic e Bonaventura. Inzaghi si ferma dopo quattro vittorie e due pareggi nelle ultime sei gare

Sullo stesso argomento

 

domenica 28 gennaio 2018 19:37

ROMA - Gattuso vince il primo round con Inzaghi. Il Milan batte la Lazio 2-1, e conquista la terza vittoria consecutiva confermando l'ottimo momento di forma. Tra 72 ore ci sarà il secondo round, sempre a San Siro, per la semifinale di Coppa Italia. Intanto però Inzaghi incassa la sconfitta che ferma la corsa della Lazio in campionato, dopo 4 vittorie e 2 pareggi nelle ultime sei partite di serie A.

Ha pesato sicuramente l'assenza di Immobile in attacco. Inoltre il gol di Cutrone che ha sbloccato la partita è arrivato grazie a un tocco di braccio non ravvisato da Irrati e su cui il Var non è intervenuto. La Lazio non è riuscita a infrangere il tabù: a San Siro non riesce a battere il Milan in campionato da 29 anni.

GARA SPETTACOLARE - Inzaghi sceglie di schierare Caicedo in attacco al posto di Immobile che non è riuscito a recuperare. Alle spalle dell'ecuadoriano c'è Luis Alberto. Gattuso risponde con un tridente formato da Calhanoglu, Cutrone e Suso. Partita subito spettacolare, come ci si aspettava da due squadre in forma. Inizia meglio il Milan che dopo 11 minuti ha la prima grossa chance per passare in vantaggio con Calhanoglu, ma Strakosha è attento. Il gol che sblocca la partita arriva al 15': su punizione di Calhanoglu, Cutrone in tuffo la piazza sotto la traversa, ma colpisce la palla con il braccio e non con la testa.  L'arbitro Irrati non se ne accorge e nemmeno il Var segnala nulla. La Lazio comunque risponde subito con Marusic, che al 20' su assit di Lucas Leiva finta con il destro, rientra e batte Donnarumma con un sinistro a giro. La squadra di Inzaghi sfiora il sorpasso al 32' quando Luis Alberto colpisce la parte alta della traversa da fuori area. A un minuto dalla fine del primo tempo il Milan torna in vantaggio, grazie al colpo di testa vincente di Bonaventura, bravo a inserirsi tra le maglie della difesa biancoceleste.

IL MILAN RESISTE - Nel secondo tempo il ritmo cala notevolmente. Il Milan non vuole scoprirsi e la Lazio non trova spazi per arrivare dalle parti di Donnarumma. Con il passare dei minuti però i biancocelesti alzano la pressione e creano qualche problema alla difesa rossonera. Il più attivo è Milinkovic Savic che dal 61' in poi si costruisce quattro occasioni nel giro di pochi minuti ma non riesce a battere Donnarumma. Il Milan è pericoloso in contropiede. Al 77' Andrè Silva non trova il pallone per un soffio davanti a Strakosha su cross di Suso. All'85' Lulic davanti alla porta non riesce a deviare il pallone in porta, fallendo un'occasione clamorosa per il pareggio. Al 94' Parolo fallisce l'ultima chance calciando di poco fuori, anche se Donnarumma era pronto a intervenire. Fa festa Gattuso, che rilancia il Milan al settimo posto in classifica. Era da quasi un anno che i rossoneri non vincevano tre gare consecutive in campionato. Torna l'entusiasmo in casa rossonera. 

Milan-Lazio, tabellino e statistiche

Classifica serie A

Articoli correlati

Commenti