Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Parma-Juventus 1-2: Mandzukic, Gervinho, Matuidi
© Getty Images
Serie A
0

Parma-Juventus 1-2: Mandzukic, Gervinho, Matuidi

Prosegue la corsa a punteggio pieno degli uomini di Allegri: primo tempo pari con le reti del croato in avvio e poi dell'ex Roma, nella ripresa decide un inserimento del centrocampista. Per Dybala spiccioli di partita

ROMA - Due stagioni fa, il Parma era in Serie D e la Juve giocava la finale di Champions; stasera il Tardini si è goduto il piacere di fermare Cristiano Ronaldo - ancora a secco e con un occhio nero a fine partita - e un'ora e mezza di sogno, quello di fermare i campioni d'Italia sulle ali di un redivivo Gervinho. E' finita come si poteva immaginare, con i bianconeri vincenti ma ancora macchinosi, imballati, come le Juventus di Allegri a settembre, e gli emiliani a ritrovare il sapore del grande calcio dopo anni di sofferenze. 

SUBITO MANDZUKIC. GERVINHO SEMINA IL PANICO - Rigoni per Grassi - ko - e Gervinho dal primo minuto le scelte di D'Aversa. Allegri rilancia Bernardeschi con Mandzukic e Cristiano, Cuadrado preferito a Cancelo, Dybala e Douglas Costa di nuovo in panchina. Alla prima azione passa la Juve: Cuadrado crossa, Mandzukic va a staccare con Iacoponi, colpo di testa con la palla che carambola prima sulla schiena del difensore e poi sul destro del croato, imparabile per Sepe. L'1-0 non cambia spartito, Juve che attacca (CR7 si dispera per una palla al volo che gli viene tolta da Mandzukic) e Parma che prova a far male in velocità: Gervinho scatenato salta Matuidi e Chiellini, Alex Sandro gli tocca il pallone in area e poi Cuadrado è decisivo in scivolata ad anticipare Di Gaudio, con il colombiano che riscatta un erroraccio precedente in fase di disimpegno.

STULAC SPAVENTA SZCZESNY: TRAVERSA - Khedira impegna Pepe dai venti metri, al 14' Pjanic si becca il giallo per un intervento a martello su Di Gaudio che poteva costargli anche di più: punizione di Stulac forte e centrale, Szczesny scavalcato che forse sfiora e palla che impatta sulla traversa. Reazione Juve con Bernardeschi che impegna Sepe su punizione, ma il Parma si fa ancora pericoloso in contropiede: Gervinho strappa applausi con una gran giocata che apre la ripartenza, il cross di Di Gaudio non trova Inglese né Rigoni, entrambi a tagliare sul primo palo. E Ronaldo? Un colpo di testa al 26', con la palla che esce di un niente e un sopracciglio gonfio che a fine partita sarà nero. 

SZCZESNY-BONUCCI MALE, GERVINHO PUNISCE: 1-1 AL 45' - Il Parma supera lo spavento e ci riprova, ancora Stulac dalla distanza con Szczesny non sicurissimo. Passa la mezz'ora e i padroni di casa trovano un cercatissimo pareggio: cross di Gobbi, Inglese - che Bonucci si perde di nuovo, come con Stepinski col Chievo - prolunga di testa mandando a vuoto l'uscita improbabile di Szczesny e più veloce di tutti arriva Gervinho a ribadire in rete da due passi l'1-1. Il gol esalta il Parma, Iacoponi di testa trova Szczesny sulla strada del raddoppio, un'occasione per Bernardeschi (prima ammonito per simulazione) e una incredibile fallita da Rigoni (servito splendidamente da Gervinho e poi ammonito per un'entrata su Alex Sandro) portano all'intervallo. 

RONALDO? NO, IL BOMBER E' MATUIDI - Ripresa con la Juve più rabbiosa: Khedira fallisce un rigore in movimento dopo una bella azione impostata da Ronaldo, poi lo stesso portoghese si trova sul destro il pallone per il raddoppio ma conclude debole e a lato a pochi metri da Sepe. Allegri smuove le acque, fuori Bernardeschi e dentro Douglas Costa per gli ultimi 35 minuti, CR7 fa fuori tre avversari in area ma si allunga troppo il pallone, poi è ancora Mandzukic che aggiunge al gol l'assist di tacco per l'inserimento di Matuidi che mostra ai suoi compagni attaccanti come si segna: cannonata da cinque metri sotto la traversa che Sepe non vede neanche.

PALO DOUGLAS COSTA, CUADRADO DA...ARANCIONE - Deiola e Da Cruz per Rigoni e Gervinho le mosse di D'Aversa, mentre Ronaldo prova il colpo ad effetto di sinistro a scavalcare Sepe. Cuadrado rischia il giallo su Di Gaudio, poi entra anche Emre Can per Pjanic (ammonito) a completare un terzetto di centrocampo inedito, tutto corsa e muscoli. Douglas Costa si sistema il sinistro e lo esplode a giro, fermato dal palo, poi si arriva anche a Dybala e agli ultimi dieci minuti in campo per la Joya, entrato per Khedira. Dall'altra parte Ceravolo - ultima carta del Parma - prova a mettere paura fino alla fine insieme a Inglese, con Cuadrado che nel finale si prende un giallo per un fallo quasi da rosso proprio sul neoentrato. Tre su tre per la Juve, che inizia a macinare punti, Parma che si piega ma non si spezza e dimostra di potersi giocare ampie chance di conservare la categoria. 

 

 

Vedi tutte le news di Serie A

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti