Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Cagliari

Vedi Tutte
Cagliari

Serie A Cagliari, Lopez: «Contro l'Inter per fare punti»

Serie A Cagliari, Lopez: «Contro l'Inter per fare punti»
© LaPresse

Il tecnico: «Non è vero che non abbiamo nulla da perdere. Mancano poche partite alla fine del campionato, dobbiamo cercare di fare risultato ovunque»

Sullo stesso argomento

 

lunedì 16 aprile 2018 14:19

CAGLIARI - "Non è vero che non abbiamo nulla da perdere: ci sono sempre in palio 3 punti. Mancano poche partite alla fine del campionato, dobbiamo cercare di fare risultato ovunque, non importa il nome dell’avversario. L’importante è scendere in campo con la giusta mentalità, essere ottimisti, altrimenti tanto varrebbe non partire nemmeno". Il tecnico del Cagliari, Diego Lopez, è pronto al prossimo impegno di campionato, contro l'Inter: "Dobbiamo dare continuità ai risultati: sabato abbiamo colto una vittoria fondamentale, è vero, però se pensassimo di essere già al sicuro commetteremmo un grosso errore. Abbiamo cinque punti di vantaggio, dobbiamo conservare equilibrio nell’analizzare la situazione: il discorso salvezza non è ancora chiuso, dobbiamo raggiungere l’obiettivo attraverso buone prestazioni e risultati”.

TUTTO SUL CAGLIARI

LE SCELTE - Ancora assenti gli infortunati Deiola, Dessena e Farias, squalificati Barella e Cigarini; tra i 22 convocati ci sono i giovani Kouadio e Tetteh, in forza alla Primavera: "Può essere una bella opportunità per chi ha giocato meno. Per noi è una partita importante: andiamo a Milano per fare punti, sapendo che affronteremo una grande squadra e con la testa giusta per giocare questo tipo di gare".

GUARDA LE PROBABILI FORMAZIONI

VERSO L'INTER - "L’Inter è una grande squadra, ma all’andata almeno per mezz’ora abbiamo fatto bene. Dovremo essere compatti e determinati e giocare a calcio. Icardi? Abbiamo visto all’andata, è capace di tramutare in gol una mezza occasione".

ESEMPI COSSU E SAU- "Andrea è entrato sabato con il risultato ancora in bilico, altre volte l’avevo mandato in campo con la partita praticamente decisa, il che non è facile per nessuno. Ha dimostrato la sua qualità, lui è un trequartista ma è in grado di adattarsi ad altri ruoli. È da prendere a modello per come si allena seriamente ogni giorno, così come Sau è stato un esempio nella partita di sabato, lottando, andando a recuperare palloni anche a centrocampo. Se gli attraccanti lottano come hanno fatto lui e Pavoletti è un bel segnale per gli altri, mettono la loro qualità a disposizione per migliorare la squadra".

Articoli correlati

Commenti