Inter

Vedi Tutte
Inter

Pioli: «La Roma? Ho in testa solo il Bologna»

Pioli: «La Roma? Ho in testa solo il Bologna»
© Inter via Getty Images

Il tecnico nerazzurro ha parlato alla Pinetina e ha spiegato che è concentrato solo sul match con i rossoblù e non su quello contro i giallorossi.

Sullo stesso argomento

 Andrea Ramazzotti

venerdì 17 febbraio 2017 14:52

INVIATO AD APPIANO - Otto minuti di conferenza stampa per mettere in guardia i suoi sulle difficoltà del match contro il Bologna. Stefano Pioli ha parlato oggi in vista della sfida di domenica.

Pioli, in previsione della gara che avrete tra 8 giorni contro la Roma è preoccupato dal fatto che Medel e Miranda sono diffidati? Questo fatto inciderà sulle sue scelte?
Non sono preoccupato per la Roma, ma per la trasferta di Bologna e voglio mettere in campo la miglior formazione possibile. Domenica ci sono in palio tre punti e dobbiamo fare il possibile per portarli a casa.



Come sta Banega? Può giocare a Bologna?
Banega si è allenato con la squadra e se non avrà problemi domani verrà a Bologna con noi. Lui è più portato a giocare nella metà campo avversaria che davanti alla difesa perché è abile a mandare in gol i compagni e a trovarli quando sono smarcati.

Riproporrà la difesa a tre?
Stiamo trovando una buona solidità con i tre dietro, ma siamo andati bene con entrambi i sistemi. Con la palla ci disporremo in un modo, senza in un altro.

Giocare adesso a Bologna sarà più difficile visto che i rossoblù hanno perso 7-1 contro il Napoli e 1-0 in 9 contro 11 contro il Milan?
Il Bologna arriva da due sconfitte, ma quasi tutta la sua classifica l’ha costruita tra le mura amiche. Sarà un avversario difficile e ne abbiamo avuto la riprova sia all’andata sia in Coppa Italia. Dovremo essere al massimo per vincere e ci stiamo preparando per giocare al top.



E’ d’accordo che Inter-Roma sarà il match fondamentale per le vostre ambizioni in chiave Champions?
Il vero snodo per noi sono tutte le partite. Lavoriamo insieme da tre mesi e mezzo e ci sono situazioni in cui dobbiamo crescere ancora. Dobbiamo avere lo stesso atteggiamento per continuare a far bene.

Ha messo qualche cartello anche questa settimana?
Tutte le settimane ne metto uno e trovo lo spunto. Cosa ho scritto? Molto semplicemente ho riportato le parole che i giocatori hanno detto dopo la vittoria contro Empoli.

Cosa ricorda dell’esperienza al Bologna?
Ci sono tanti buonissimi ricordi che mi legano a quelle stagioni. Stavolta però saremo avversari e anche se c’è la stima reciproca, dovrò fare il massimo per vincere e portare a casa i tre punti.



Un passo falso a Bologna sarebbe decisivo in negativo per le vostre ambizioni di Champions?
Noi non pensiamo in negativo e ci concentriamo al massimo perché vogliamo prepararci nel migliore dei modi. Sappiamo la posizione dove siamo e dove vogliamo arrivare. E’ necessario insistere e continuare a spingere perché non ci possiamo permettere di fermarci.

Negli ultimi giorni lei e Donadoni avete parlato spesso di arbitri. La partita non rischia di essere… a rischio per chi la dirigerà?
Ho parlato di arbitri solo una volta, appena finita la partita a Torino. Noi dobbiamo fare del nostro meglio per disputare una bella partita e lo stesso faranno i nostri avversari e il signor Mazzoleni.

Dal punto di vista tattico che partita si aspetta?
Quando perderemo la palla dovremo essere bravi a recuperarla subito e ad avere le coperture giuste. Dovremo giocare un calcio semplice ed efficace.

 

 

Articoli correlati

Commenti