Inter

Vedi Tutte
Inter

Inter, Spalletti: «L’Olimpico? Possono accogliermi come vogliono...»

Inter, Spalletti: «L’Olimpico? Possono accogliermi come vogliono...»
© Getty Images

L'allenatore nerazzurro saluta Ranocchia: «Probabilmente andrà via»

 

lunedì 21 agosto 2017 00:05

MILANO - «L’Olimpico? Possono accogliermi come vogliono...». Dopo il successo contro la Fiorentina, Luciano Spalletti si proietta già alla gara di sabato sera all'Olimpico contro la Roma: «Ci andrò con grande amicizia e grande disponibilità ad incontrare delle persone alle quali ho voluto bene e voglio ancora bene». L'esordio a San Siro è stato molto positivo: «Sono molto soddisfatto, a cominciare dalla presenza del pubblico che ci ha trasmesso il suo affetto. La squadra ha giocato un buon calcio, contro una squadra che comunque ha una sua organizzazione, che in alcuni frangenti ci ha messo in difficoltà. Quanto manca all’Inter che vorrei? Per un’ora abbiamo fatto una buona partita e se lo facessimo anche per la mezz’ora mancante sarebbe un’Inter interessante. Ci è mancato qualcosa anche nella finalizzazione e nella rifinitura sotto porta, ci dobbiamo lavorare. Abbiamo l’obbligo di costruire, di cominciare l’azione: è chiaro che arrivano dei momenti durante la partita in cui gli avversari non te lo permettono, ma il fatto di essere attaccati deve farci felici perché ci permetterebbe di trovare lo spazio per verticalizzare».

MERCATO - Spalletti poi ha parlato degli ultimi giorni di mercato: «Qualcosa manca soprattutto in difesa. Due centrali sono pochi. I direttori lo sanno e sono al lavoro anche stasera. Ranocchia andrà probabilmente a giocare: con dispiacere. Anche se è un ragazzo eccezzionale e un buon giocatore. Mercato normale? Noi abbiamo fatto bene nel pre-campionato, i giocatori hanno dimostrato di essere professionisti, hanno ascoltato e messo in pratica. Qualche volta si è sbagliato ma è normale. Se mi dite che l'Inter ha 200 milioni da spendere, Spalletti è il re della corte, verranno Sanchez, Vidal e Nainggolan e poi non arrivano, diventa tutto normale rispetto a come era stata presentata».

DOPPIO ICARDI, L'INTER VOLA

 

Articoli correlati

Commenti