Inter

Vedi Tutte
Inter

Spalletti, furia su De Roon: «Non può dirmi 'siediti'»

Spalletti, furia su De Roon: «Non può dirmi 'siediti'»
© ANSA

Il tecnico dell'Inter: «Non c'è un problema-gol, abbiamo giocato su un campo difficile»

Sullo stesso argomento

 

sabato 14 aprile 2018 23:14

ROMA - Il tecnico dell'Inter, Luciano Spalletti, ha commentato così il pareggio con l'Atalanta: «Terza partita senza gol? Secondo me non c’è nessun problema davanti - ha detto ai microfoni di Premium Sport - Abbiamo giocato in un campo difficile contro una grande squadra, poi ognuno fa le sue valutazioni. Nel primo tempo siamo stati troppo sporchi quando recuperavamo la palla e poi l’Atalanta è stata molto brava a crearci difficoltà. Le volte che siamo riusciti a scambiare sulla trequarti, zona in cui anche Mauro deve partecipare, siamo riusciti a creare dei pericoli. Fisicamente e negli scontri uno contro uno l’Atalanta è la squadra più forte del campionato.

Icardi ancora a secco e solo due tiri nello specchio in tutta la gara? Queste sono gare in cui devi palleggiare, in cui devi giocare con la palla addosso e attaccare gli spazi dopo degli scambi sulla trequarti. Voi guardate solo se Icardi e Perisic non segnano ma abbiamo creato e siamo stati in partita fino all’ultimo in un campo difficilissimo. Mauro non ha fatto gol ma è un problema vostro, la squadra ha creato quattro palle gol pulite su questo campo, poi ognuno legge i dati che vuole. Abbiamo fatto due tiri nello specchio ma se siamo andati tre volte davanti al portiere e abbiamo tirato fuori allora le statistiche non rispecchiano la realtà. Poi a voi fa comodo leggere i numeri così perché fanno notizia.

Nel primo tempo abbiamo fatto malino, nella ripresa abbiamo fatto molto meglio, abbiamo fatto al gara che dovevamo fare e poi abbiamo sbagliato l’ultimo passaggio in alcune circostanze. Perché spostare Cancelo davanti? Hanno ragione da casa. Il cambio di Rafinha? L’ho visto stanco se no non l’avrei levato.

Cosa ho detto a De Roon a fine gara? Gli ho detto che lui a me non può dirmi di mettermi seduto, con qualcun altro magari sì ma con me no. Anche perché non gli ho detto niente». 

INTER, PARI CON L'ATALANTA

Articoli correlati

Commenti