Juve

Vedi Tutte
Juve

Calciomercato Juventus, Raiola esclusivo: «Voglio il meglio per Pogba»

Calciomercato Juventus, Raiola esclusivo: «Voglio il meglio per Pogba»
© LaPresse/Spada

Mister 300 milioni confessa: «Dicono che Paul può stabilire il record: non me ne frega niente, a me importa soltanto fare il bene dei miei calciatori»

 Andrea Ramazzotti

venerdì 22 luglio 2016 09:03

ROMA - Mister 300 milioni si è fatto da solo. Con il sacrificio, con l’umiltà e con la voglia di imparare e di ascoltare. Mister 300 milioni, insieme a Jorge Mendes, è il procuratore più famoso del mondo, l’uomo delle operazioni da record. Ha fatto le fortune di Ibrahimovic, Nedved, Balotelli, Mkhitaryan e adesso sta trattando la cessione di Pogba al Manchester United. Mister 300 milioni è Mino Raiola, nato a Nocera Inferiore, cresciuto in Olanda e oggi cittadino del mondo. Per lui non esistono affari impossibili. Chi non lo ama, lo chiama “pizzaiolo”, ma non sa che questa per lui non è un’offesa, bensì un complimento. Perché lo riporta alle origini, agli anni in cui è cresciuto accanto al padre ed è diventato quello che è adesso. Mister 300 milioni.

Raiola, che effetto le fa aver concluso operazioni e trasferimenti nel calcio per oltre 300 milioni?
«Nessun effetto e certo non credo di essere speciale. Io mi sento solo Mino. Sono felice se vengo apprezzato dalla mia famiglia e dai miei giocatori. La mia immagine pubblica non mi interessa perché nel mondo c’è sempre chi ti ama e chi ti odia per quello che dici o che fai. I miei punti di riferimento sono i miei familiari e i miei calciatori che tratto come figli. Loro lo apprezzano».

E’ questa la filosofia che l’ha portata a diventare il re del mercato?
«Non sono al mondo per piacere agli altri, ma per fare quello che è giusto. Io sono al servizio dei miei giocatori ai quali do tutto, il 150% di me stesso. Sono fiero di me quando faccio il loro bene. E non mi interessa né dei sacrifici che devo compiere, né dei soldi. Quelli non contano. Per me è importante la qualità del lavoro e i risultati che si raggiungono».

Lei è l’uomo dei trasferimenti record e adesso ne sta preparando un altro con Pogba allo United
«A me delle operazioni da record non frega niente. I giornali scrivono che Pogba può stabilire il record, ma io i record li ho già fatti con Ibrahimovic e Nedved. Io voglio il meglio per i miei calciatori e quindi anche per Pogba».

La Juventus ha fatto filtrare che è stato Paul a volersene andare
«Non rispondo a nessuno e non parlo dei miei affari. Di certe cose discuto solo con i miei assistiti e loro sanno sempre come stanno le cose».

Se Pogba è il re del mercato, Balotelli è decisamente meno richiesto. Cosa spera per Mario?
«Nella vita non è mai troppo tardi. Se pensate che Mario mi faccia disperare, vi sbagliate perché la sua vita è migliorata parecchio e adesso deve solo avere l’occasione giusta. Certo, ha bisogno anche di un po’ di fortuna che nelle ultime stagioni non ha avuto, ma vi assicuro che è una grande persona, un ragazzo con un grande cuore. Sta pagando per cose sue o non sue».

Leggi l'intervista completa sull'edizione del Corriere dello Sport-Stadio oggi in edicola

Articoli correlati

Commenti