Juventus

Vedi Tutte
Juventus

Juventus, Allegri: «Temo la fisicità del Tottenham»

Juventus, Allegri: «Temo la fisicità del Tottenham»
© Juventus FC via Getty Images

Nella conferenza stampa di vigilia del match contro gli Spurs il tecnico dei bianconeri ha fatto pretattica sul sostituto di Matuidi («Vediamo come mi sveglio domani mattina, poi decido...») e ha esaltato Higuain: «Tra lui e Kane, prendo il Pipita».

Sullo stesso argomento

di Andrea Ramazzotti

lunedì 12 febbraio 2018 20:03

INVIATO A TORINO - Massimiliano Allegri è carico e convinto delle possibilità della Juventus. Teme la fisicità del Tottenham e non si sente favorito, ma ha fiducia: «Non firmerei per lo 0-0 - ha affermato - e mi aspetto un ottavo equilibrato con le due squadre che avranno il 50% a testa di possibilità di passare. Dovremo giocare una partita attenta e non esaltare le loro qualità. Ci vorrà testa e tecnica perché loro sono una squadra fisica. Il passaggio del turno lo dovremo conquistare a Londra. Il sostituto di Matuidi? Qualcuno giocherà al suo posto perché saremo certamente in 11… Faremo la partita in base ai giocatori che andranno in campo e sappiamo che ci vorranno testa e personalità visto che loro hanno 4 elementi davanti molto forti che sulle palle alte vanno a nozze».

Chiellini: «Kane straordinario, sarà dura»

Tutto sulla Juve

HIGUAIN - Allegri ha poi esaltato Higuain: «Tra Kane e Higuain prendo il Pipita anche se Kane è forte e bravo. Sono tutti e due molto importanti per loro squadre. Per noi sarà la seconda partita da dentro o fuori dopo quella di Bergamo, ma siamo in un bellissimo momento e all’interno di tutte e tre le competizioni. Non sarà facile perché affronteremo una grande avversaria. La Juventus un punto di riferimento per il Tottenham come ha detto Pochettino? La società sotto tanti punti di vista è cresciuta, idem la squadra che in Europa ha innalzato il suo livello di autostima conquistando due finali in tre anni. Meglio di noi ha fatto solo il Real Madrid e adesso siamo al pari di Barcellona e Bayern Monaco. Il nostro percorso però non finisce qui: il nostro obiettivo è passare sempre il turno e poi vedere cosa succedere anche quest’anno agli ottavi dove ci sono grandi sfide, non solo Juve-Tottenham, ma anche Real-Psg. Il centrocampo del Tottenham può metterci in difficoltà? Tecnicamente dovremo giocare una partita molto buona perché se la mettiamo sotto il punto di vista fisico possiamo uscire con le ossa rotte. Cambiare modulo? Marchisio mi ha convinto, idem Bentacur e Sturaro può fare il ruolo di Matuidi perché come caratteristiche gli assomiglia. Chi sceglierò? Dipende da come mi sveglio domani mattina perché io dormirò… Non pensate il contrario…».

Articoli correlati

Commenti