Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Juventus

Vedi Tutte
Juventus

Juventus, Allegri: «Nelle difficoltà ci divertiamo. Buffon fuori? Scelta concordata»

Juventus, Allegri: «Nelle difficoltà ci divertiamo. Buffon fuori? Scelta concordata»
© LAPRESSE

Il tecnico bianconero dopo la vittoria nel derby contro il Torino: «La mia è una squadra forte e ogni anno lotta per tutte le competizioni. Le critiche mi stimolano»

Sullo stesso argomento

 

domenica 18 febbraio 2018 15:07

TORINO - «Martedì abbiamo sbagliato molto tecnicamente dopo il 2-0 e abbiamo comunque avuto più occasioni di loro. Dovremo andare a Londra nelle migliori condizioni. La Juve è forte, ha dei giocatori straordinari, stiamo lottando in tutte le competizioni e negli ultimi tre anni abbiamo saltato solo 4 partite in Champions al secondo anno. Poi se una volta si fa 2-2 col Tottenham non è una tragedia. Oggi non è stata una risposta, oggi è stata una grande partita e sono orgoglioso dei ragazzi e di allenare questo gruppo: ci siamo divertiti nelle difficoltà. Abbiamo fatto bene contro un Torino tosto che in casa non aveva ancora preso gol con Mazzarri».

Il pensiero di Massimiliano Allegri arriva dopo la vittoria del derby, deciso dal gol di Alex Sandro al 33’. La partita ha anche visto il ritorno in campo di Dybala, assente per infortunio dallo scorso 6 gennaio. «Ha fatto una buona mezz’ora, è indietro di condizione ma tecnicamente ha fatto bene – ha detto il tecnico a Premium Sport -. Sono contento di lui come di tutto il gruppo. Ora in settimana rientreranno quelli fuori e riprenderemo il cammino. Andrò a vedere il Napoli? No ora mangio perché ho fame, poi guarderò le partite. In quel momento dovevo scegliere, o far fare a Dybala 90 minuti ma mi sembrava rischioso o Douglas Costa. E così abbiamo creato una superiorità in mezzo al campo e abbiamo fatto bene». 

Toro-Juve 0-1: decide Alex Sandro. Higuain ko

«LE CRITICHE MI DIVERTONO» - «Alex Sandro nel tridente offensivo? Ha fatto una buon partita così come Sturaro che ha dato intensità e pressione. Stanno crescendo tutti, abbiamo fatto tanti punti in campionato, siamo in corsa per la Champions e abbiamo fatto un bel passo per la finale in Coppa Italia. Poi ci dicono che giochiamo male ma quello che conta è competere sempre per tutto. Cosa mi ha infastidito di più dopo il Tottenham? Il fatto che in una gara dove abbiamo giocato male tecnicamente abbiamo difeso molto ma in tutto questo abbiamo avuto sei occasioni importanti contro le tre degli inglesi. E comunque era un ottavo di Champions, il calcio è opinabile ma le critiche mi stimolano molto e mi divertono. Con Buffon invece è stata una scelta concordata, non è la prima volta che Gigi viene criticato ma avevamo già programmato di farlo riposare e domenica rientrerà in porta».

Juve, problemi al ginocchio sinistro per Bernardeschi

Articoli correlati

Commenti