Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Il legale di Ronaldo: «Carte manipolate, nessuna ammissione di colpa»
© Getty Images
Juventus
0

Il legale di Ronaldo: «Carte manipolate, nessuna ammissione di colpa»

L'avvocato Christiansen, 'principe del foro' statunitense, si fa sentire attraverso un comunicato: «Documenti hackerati o fabbricati 'ex novo'. Il rapporto con Kathryn Mayorga fu consensuale»

ROMA - Il rapporto sessuale tra Cristiano Ronaldo e Kathryn Mayorga fu «consensuale», l'accordo di riservatezza che seguì non ha alcun significato «di ammissione di colpa». Lo sostiene Peter S. Christiansen, il 'principe del foro' statunitense che difende Ronaldo nel caso del presunto stupro avvenuto nel 2009, in una dichiarazione rilasciata da Gestifute, l'agenzia che rappresenta il giocatore. Il legale sottolinea anche che i documenti hackerati e diffusi dai media nei giorni scorsi «sono manipolati o fabbricati ex novo». Secondo il legale, «Ronaldo in quell'occasione si è limitato a seguire i consigli dei suoi rappresentanti, per mettere fine a delle accuse oltraggiose. I documenti che contengono presunte dichiarazioni di Ronaldo, riportati dai media, sono pure invenzioni».

«Il Real spinse perché Ronaldo pagasse la Mayorga»

Il Real Madrid obbligo' Cr7 a pagare Kathryn Mayorga

L'avvocato Christiansen spiega a questo proposito che «nel 2015 decine di entità, compresi degli studi legali, in diverse parti d'Europa sono stati attaccati e molti dati che avrebbero dovuto rimanere privati sono stati rubati da un cyber criminale. Questo hacker ha poi tentato di vendere i dati, e un mezzo di comunicazione ha finito, irresponsabilmente, per pubblicare parti significative di questi dati rubati, e che peraltro erano state alterate o completamente 'fabbricate'. Una volta di più - continua l'avvocato di Ronaldo -, affinché non ci siano dubbi, ribadisco che la posizione di Cristiano Ronaldo è sempre stata, e continuerà ad essere, che quanto è accaduto nel 2009 a Las Vegas è stato completamente consensuale. Cristiano nega con veemenza tutte le accuse contenute in questa azione civile, coerentemente con quanto ha fatto negli ultimi 9 anni».

Vedi tutte le news di Juventus

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti