Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Lazio

Vedi Tutte
Lazio

Cataldi: «Io regista? Il mio ruolo è da mezzala»

Cataldi: «Io regista? Il mio ruolo è da mezzala»
© Bartoletti

Il centrocampista della Lazio dal ritiro della nuova Under 21 di Di Biagio: «Speriamo sia il biennio buono per portare a casa qualcosa»

Sullo stesso argomento

 

sabato 5 settembre 2015 16:43

ROMA - Danilo Cataldi si vede più mezzala che regista. Sono queste le parole del giovane centrocampista del ritiro dell'Under 21, frasi che fanno capire bene come il ruolo di vice Biglia non sia esattamente quello più congeniale per il romano: «Quello di mezzala è un ruolo che sento più mio perché l'ho fatto più spesso. Poi è sempre il mister a decidere. Come mi sento? Abbastanza bene, ho iniziato il ritiro con la Lazio un po' dopo per via dell'Europeo e ho ancora un paio di settimane di preparazione che devo fare. Sto cercando di mettere a punto una forma migliore per farmi trovare pronto martedì e poi successivamente con la Lazio».

Cataldi: «Io regista? Il mio ruolo è da mezzala»
© LaPresse/Spada


LA NUOVA UNDER - Cataldi dice la sua anche sul nuovo corso di Di Biagio dopo la delusione dello scorso Europeo di categoria: «La delusione c'è stata e tanta, ma l'abbiamo dovuta smaltire per forza. Anche perché ora c'è un gruppo nuovo e molti non hanno vissuto quello che abbiamo vissuto noi in Repubblica Ceca. Pero' c'è tanta voglia di fare, siamo molto giovani. Speriamo sia il biennio buono per portare a casa qualcosa».

TANTI GIOVANI - Gli Azzurrini sono in ritiro a Roma dove si stanno preparando in vista dell'esordio ufficiale, martedì a Reggio Emilia, nelle qualificazioni agli Europei di categoria contro la Slovenia. Nella nuova Nazionale del ct Di Biagio tantissimi '96 e anche un classe '97 (Mandragora). Da questo punto di vista Cataldi non ha dubbi: «Il mister ha creato questa nuova squadra in vista del nuovo biennio e giocare prima dell'esordio ufficiale contro la Lupa Roma ci è servito molto. Adesso cercheremo il prima possibile di unire ancora di più la squadra e martedì si inizierà a fare sul serio contro la Slovenia».

Per Approfondire

Commenti