Lazio

Vedi Tutte
Lazio

Serie A Lazio, Inzaghi: «Noi secondi? Sarebbe bello»

Serie A Lazio, Inzaghi: «Noi secondi? Sarebbe bello»
© Getty Images

Il tecnico dei biancocelesti: «La prossima settimana quando avremo 3 gare in una settimana, dovremo far meglio rispetto a quando le abbiamo avute in occasione del turno infrasettimanale contro il Milan»

 

sabato 15 ottobre 2016 14:28

ROMA - Simone Inzaghi vuole portare in alto la Lazio. Il tecnico dei biancocelesti, alla vigilia della sfida con il Bologna, è pronto per lanciare la sua squadra nella zona altissima della classifica: «Raggiungere il secondo posto? Sarebbe bello ma dobbiamo continuare lavorare per dare seguito a quanto di buono è stato fatto, dobbiamo mantenere la nostra posizione. La prossima settimana quando avremo 3 gare in una settimana, dovremo far meglio rispetto a quando le abbiamo avute in occasione del turno infrasettimanale contro il Milan. Prima di Udine abbiamo visto Parolo giocare bene come mediano: è un giocatore molto intelligente tatticamente e ha dato una grandissima risposta sul campo. Nel suo DNA ha il ruolo della mezz’ala ma si può utilizzare anche davanti alla difesa. Cataldi non è rimandato, ha fatto molto bene quando ha giocato e sono contento di lui. Può fare sia il mediano sia la mezz’ala, ha qualità e ha giocato tanto. Adesso è stato fuori a Udine ma tornerà in campo. Sono soddisfatto perché p tornato molto bene dalla Nazionale. C’è sempre da migliorare, anche a Udine abbiamo fatto molto bene ma sullo 0-0 abbiamo perso dei palloni pericolosi».

LAZIO, ALL'OLIMPICO PERSI OLTRE QUATTRO MILIONI

 

LAZIO, TRE GARE IN CASA - «Con L’Empoli invece abbiamo fatto un ottimo primo tempo e nel secondo siamo calati soffrendo. Da tutte le partite bisogna analizzare tutte le soluzioni, sia quelle positive sia quelle negative, per migliorarci dove abbiamo avuto delle lacune. Domani recupereremo Marchetti mentre Biglia, Bastos, Kishna e Lukaku non recupereranno. Basta sta meglio, oggi si è allenato ma abbiamo preferito preservarlo per la trasferta di Torino. Senz’altro le prossime 3 gare casalinghe saranno un ciclo importante. Ci saranno cinque gare prima della sosta molto importanti. Dovremo affrontarle nel migliore dei modi. Il Bologna è una squadra organizzata e allenata molto bene. Ha disputato in trasferta due ottime gare contro Napoli e Inter. Ci siamo preparati bene, non sarà facile ma vogliamo fare il risultato. Abbiamo avuto dei ragazzi impegnati con le Nazionali e non sarà facile tornare a far bene dopo la sosta. Sono felice degli ultimi allenamenti dei miei ragazzi. Il salto di qualità doveva esserci prima di Udine, abbiamo vinto meritando ma saremmo allo stesso punto se non dovessimo fare una bella gara. Dobbiamo provare a dare continuità, e ad essere convinti dei nostri mezzi. Siamo una tra le squadre più giovani e abbiamo margini di miglioramento. Abbiamo tanti calciatori che domani non ci saranno, ma anche il Bologna avrà delle assenze importanti. Troveremo una squadra brava nelle ripartenze».

TUTTO SULLA LAZIO - CLASSIFICA SERIE A

«PERUZZI FIGURA MOLTO IMPORTANTE» - Inzaghi poi dice la sua anche su Angelo Peruzzi che nel ruolo di direttore tecnico sta svolgendo un grande lavoro di raccordo tra società e squadra: «Peruzzi è una figura molto importante per noi, l’ho già detto. Sono stato felicissimo di questa scelta, abbiamo giocato insieme condividendo tanti momenti. È una persona che lavora e che si dedica alla Lazio. Ha un ottimo rapporto con tutti. La terza vittoria consecutiva sarebbe importantissima per noi, faremo di tutto per centrarla. Oggi vedrò la Primavera perché mi fa sempre piacere vedere i miei ragazzi come crescono per portarne magari qualcuno in prima squadra. Dopo la sosta abbiamo una tradizione non positiva ma incontriamo il Bologna, squadra che ha avuto qualche giocatore impegnato con le Nazionali, e avranno preparato la partita all’ultimo momento contro noi. Cercheremo di stare attenti, ci saranno dei momenti nella partita nei quali dovremo essere aggressivi, in altri potremmo esserlo meno».

Articoli correlati

Commenti