Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

La Lazio cade ancora, sconfitta 1-0 dal Borussia Dortmund
© EPA
Lazio
0

La Lazio cade ancora, sconfitta 1-0 dal Borussia Dortmund

Nell'ultimo test prima dell'esordio in campionato col Napoli, la squadra di Inzaghi battuta da un gol di Reus. Immobile fischiato dai suoi ex tifosi

ROMA - Finisce 1-0 per il Borussia Dortmund l'ultima amichevole estiva della Lazio prima dell'esordio in campionato, tra meno di una settimana, contro il Napoli di Ancelotti. Ad Essen decisivo il gol di Reus che regala la vittoria ai gialloneri e la seconda sconfitta a livello internazionale ad Inzaghi. La Lazio manca a centrocampo, un Milinkovic apparso decisamente sottotono incide negativamente sbagliando molti palloni. Anche Immobile e Luis Alberto faticano, buona prova invece di Correa seppur impiegato nell'ultima parte di gara.  

GARA SUBITO IN SALITA - Simone Inzaghi fa le prove generali anti-Napoli schierando la Lazio migliore in un 3-5-2: in porta torna Strakosha dopo aver superato il fastidio alla schiena ; Wallace, Acerbi e Radu in difesa; Marusic, Parolo, Milinkovic, insieme ai due nuovi acquisti Badelj e Durmisi a formare il centrocampo; in attacco Luis Alberto a servire Immobile. A riposo e nemmeno in panchina Lulic, Lucas Leiva e Patric squalificati in campionato. Pronti, via e la Lazio si ritrova subito sotto al 6': Delaney serve Reus, conclusione in porta deviata da Radu e pallone alle spalle di Strakosha. Biancocelesti che provano a rispondere al 10' con una svirgolata di Parolo, palla che diventa un assist per Immobile che non aggancia per un soffio. La Lazio sbaglia troppo perdendo qualche palla a centrocampo e il Dortmund ne approfitta: al 33' gialloneri ancora pericolosi con Reus che si trova a tu per tu con Strakosha, Acerbi compie un recupero prodigioso e salva in scivolata. Al 39' è il portiere albanese a negare il raddoppio a Pulisic: lo statunitense di origini croate prova la botta ravvicinata con il destro, bravo Strakosha a respingere di reazione.

MILINKOVIC SOTTOTONO - Nel secondo tempo Inzaghi prova a suonare la carica con gli ingressi di Luiz Felipe e Caceres al posto di Durmisi e Wallace. La Lazio spinge sugli esterni e dopo uno scambio con Immobile è proprio Marusic che ci prova con il destro ma non inquadra il bersaglio. Al 72' è ancora il montenegrino a sfondare sulla destra e a mettere un pallone forte e teso che però ne Immobile Luis Alberto riescono a colpire in parte. Al 84' Inzaghi cambia ancora: fuori un Milinkovic non all'altezza del ritrmo della gara e Immobile, fischiato dai suoi ex tifosi. L'ultimo sussulto della partita arriva da Correa che si lancia in un'azione solitaria e al limite dell'area prova il sinistro piazzato, parato però da Burki

Vedi tutte le news di Lazio

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti