Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Singer jr e il Milan: è colpo di fulmine
© LAPRESSE
Milan
0

Singer jr e il Milan: è colpo di fulmine

Il figlio del n. 1 di Elliott pare essersi davvero appassionato all’avventura in rossonero

MILANO - Gordon Singer, Paolo Scaroni, Leonardo e Paolo Maldini. Venerdì sera, una fila della tribuna d’onore di San Siro aveva questa sequenza di occupanti. Nulla da stupirsi sulla presenza del neo-presidente rossonero e dei due dirigenti che si stanno occupando della gestione dell’area sportiva del club. Ma che ci fosse pure Gordon, il figlio di Paul Singer, ossia il numero uno di Elliott, non era così scontato. Invece, il fatto che non abbia voluto mancare alla prima casalinga del Diavolo conferma ciò che era trapelato: Singer jr. si sta appassionando a questa nuova avventura. Già un paio di settimane fa, in occasione del suo primo blitz milanese, quando aveva voluto incontrare la squadra Milanello, per poi ritrovarsi a cena con Leonardo, Maldini e Rino Gattuso, nella circostanza rassicurato sulla saldezza della sua posizione, aveva trasmesso grande entusiasmo. Ma ora sembra proprio che sia scoccata la scintilla. Anche perché una vittoria come quella sulla Roma, conquistata all’ultimo secondo, finisce per trasmettere emozioni forti. E allora il Milan non potrà che beneficiare di questo nuovo tifoso. Perché il Diavolo potrebbe presto diventare non solo business, ma anche affare di cuore.

PRESSING - Per la verità, si sapeva già che l’appassionato di calcio nella famiglia Singer fosse proprio Gordon, che però ha già una squadra preferita, l’Arsenal. Il Milan sarebbe qualcosa di più e di diverso, perché vorrebbe dire essere direttamente coinvolto e quindi aver l’opportunità di incidere sui risultati.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport - Stadio

Vedi tutte le news di Milan

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti