Napoli

Vedi Tutte
Napoli

Napoli, Sarri: «Insigne e Mertens per continuare il ciclo»

Napoli, Sarri: «Insigne e Mertens per continuare il ciclo»
© Getty Images

Rinnovi più vicini, l'allenatore è soddisfatto: «Sono simboli di questa squadra». Roma a due punti, «ma guai a fare tabelle. Pensiamo solo al Sassuolo»

Sullo stesso argomento

 

sabato 15 aprile 2017 23:14

ROMA - «Inutile pensare alle tabelle, se cadiamo nell'errore di guardare il calendario rischiamo di farci male. La Roma è davanti nonostante la nostra media punti straordinaria, vuol dire che hanno fatto bene anche loro». Maurizio Sarri passerà una Pasqua felice grazie alla vittoria che riporta il Napoli a due punti dalla Roma, ma sulla corsa Champions League non si sbilancia: in sei partite può succedere di tutto. «Secondo posto più vicino? Se noi cadiamo nell'errore diventiamo umorali e non va bene. Dobbiamo pensare a un partita alla volta, anche se non dipende solo da noi perché la Roma nonostante la nostra media punti straordinaria è davanti di due punti. Le tabelle lasciano il tempo che trovano perché poi se fai un risultato diverso a quello che avevi previsto non puoi smettere di giocare. Se pensiamo a una gara alla volta e scendiamo in campo con la voglia di prendere punti in queste ultime gare forse la classifica ci premierà ma non dipende solo da noi», ha aggiunto Sarri a Mediaset Premium.

NAPOLI-UDINESE 3-0: LA ROMA TORNA A MENO DUE

RINNOVI - Sui rinnovi di Mertens e Insigne la società sta facendo passi in avanti. Sarri è contento: «Non solo nelle condizioni di chiedere nulla alla società. Ho solo detto che Insigne e Mertens sono due tra i simboli di questo ciclo del Napoli: se il ciclo continua è giusto che ci siano altrimenti è un ciclo che si conclude. Questo è un gruppo di ragazzi a posto sotto tutti i punti di vista e quindi è facile coinvolgerli in una idea di gioco».

PIU' BRILLANTI - «Più brillanti ora senza le coppe? Solitamente dopo la Champions non abbiamo fatto malissimo, la media punti è di poco inferiore all'altra. Abbiamo meno giocatori con tantissimi minuti nelle gambe e in questo momento stanno giocando calciatori con un ottimo livello di brillantezza e spero possano continuare così fino alla fine. La vittoria sulla Juve in Coppa Italia aumenta di prestigio dopo la gara dei bianconeri con il Barcellona? Fare un pareggio e una vittoria in tre giorni con la Juve non è semplice per nessuno. Sarebbe stato meglio invertire i risultati visto che la vittoria non è servita a passare il turno ma sono state due iniezioni di fiducia. Quest'anno non ci manca nulla, se poi si pretende di diventare i più forti d'Europa non riesco a comprendere i motivi», ha concluso Sarri.

Articoli correlati

Commenti