Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Roma

Vedi Tutte
Roma

Che fine ha fatto Iturbe?

Scarso rendimento, un solo gol in campionato e un futuro ancora incerto

Sullo stesso argomento

di Stefano Piccheri

venerdì 22 maggio 2015 16:40

ROMA - Eppure il suo passaggio alla Roma aveva scosso a tal punto Antonio Conte da chiedere alla Juventus la separazione immediata. Juan Manuel Iturbe da Buenos Aires, classe 1993, nato il 4 giugno, quasi 22 anni: questi i suoi dati certi. Per il resto, che fine ha fatto Iturbe? Un gol in campionato (Torosidis ne ha fatti due), ma almeno alla Juventus allo Stadium. Uno all'Empoli in Coppa Italia, un altro in Champions League nella goleada al Cska Mosca. Per il resto nulla. Volenterose corse sulla fascia, contachilometri scaricato, ma poca produttività e soprattutto rendimento basso, troppo. 16 presenze da titolare, 9 volte è subentrato, 12 sostituito, attaccante esterno più a destra che a sinistra nello scacchiere tattico di Garcia. Lui sbuffa, si mangia le unghie, si vede che vorrebbe spaccare il mondo, ma non ci riesce proprio: la porta non la prende più.

È senza dubbio la più grande delusione della stagione romanista, mister 22 milioni certi, più bonus e commissioni varie e uno stipendio importante. Gustavo Mascardi da sempre è il suo vate, Triulzi il manager. E che non siano contenti per nulla dal clan Iturbe non lo mandano certo a dire: «Iturbe è un campione che ha avuto una stagione difficile a causa dell’infortunio. Non è stato capito bene dallo staff tecnico della Roma - ha tuonato recentemente Mascardi - che non gli ha dato fiducia. Ha giocato poche volte dal primo minuto e questo fattore l’ha penalizzato. Può andare via? Ci sono proposte molto buone dall’Inghilterra per lui, due squadre disposte a spendere la stessa cifra spesa dai giallorossi. Dipenderà dal ragazzo e dal club giallorosso». Quali squadre possono pagare tutti questi soldi per lui? Sicuramente sono cifre da estero, ma vista la giovane età e il rendimento non eccitante, non squadre di altissima classifica. Ufficialmente la Roma crede in Iturbe, nella sua voglia di affermarsi, nella sua 'garra' tutta argentina che non lo fa arrendere facilmente. Ma sul futuro di Iturbe ad ora appaiono vari punti interrogativi. Dove giocherà l'anno prossimo? Nessuno ha sicurezze, nessuno sa cosa accadrà. La Roma di quest'anno ha sostituito le luci iniziali con troppe ombre, che ora coprono pure il futuro di Juan Manuel Iturbe.

Per Approfondire

Commenti