Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Serie A Roma, Kluivert si racconta: «Qui perchè volevo cambiare. Un onore vestire questa maglia»
© LAPRESSE
Roma
0

Serie A Roma, Kluivert si racconta: «Qui perchè volevo cambiare. Un onore vestire questa maglia»

Il giovane olandese: «Preferisco i gol agli assist. Stootman e Karsdorp mi hanno accolto bene. Papà? Non mi mette pressione»

ROMA - Sulla propria televisione ufficiale, la Roma ha mandato in onda "In Numbers", rubrica speciale dove il neo acquisto giallorosso Justin Kluivert ha potuto raccontarsi ai suoi nuovi tifosi: "Quella all'Ajax è stata una grande esperienza, ho disputato la Youth League e ho giocato ad alto livello. Ho scelto la Roma perché volevo cambiare, sono contento della mia scelta. Avevamo delle buone sensazioni e ho scelto i giallorossi". Sul suo gol più bello: "Penso di averlo segnato contro il Twente con un tiro dalla distanza, è il mio punto di forza che posso migliorare. Preferisco segnare gol ma fornire assist è importante per un'ala sinistra". Il suo è un cognome difficile da portare: "Papà ha avuto una grandissima carriera e per me non è difficile relazionarmi con lui, mi sprona ogni giorno e non sento la pressione. Mi parla molto e bisogna ascoltarlo, sono fortunato che la condivida con me". Sul suo numero di maglia: "Ho scelto il numero 34 per un mio amico che ha avuto un grave incidente alla testa, lo faccio per lui". Il classe '99 conclude così: "Gli olandesi in squadra? Strootman e Karsdorp mi hanno accolto bene, è bello poter contare su di loro. È un onore vestire la maglia della Roma, soprattutto perché pochi olandesi l'hanno vestita"

TUTTO SUL CALCIOMERCATO

Vedi tutte le news di Roma

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti