Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Serie B

Vedi Tutte
Serie B

Serie B, l'Unicusano Ternana chiude il ritiro con una pioggia di gol

Serie B, l'Unicusano Ternana chiude il ritiro con una pioggia di gol

Prima dell'amichevole il Comune di Castiglion Fiorentino ha ricordato l'ex tecnico degli umbri Corrado Viciani. Il presidente Ranucci: «Siamo legati a questa città»

Sullo stesso argomento

 

venerdì 12 gennaio 2018 06:33

Serie B, l'Unicusano Ternana riparte. Buone indicazioni per Pochesci dal test di ieri contro la Castiglionese, formazione d’Eccellenza. Sul campo dei toscani, reso pesante dalla pioggia caduta incessantemente in questi ultimi giorni, l’Unicusano Ternana ha chiuso con una vittoria 8-0. Nonostante lo stadio chiuso per inagibilità non sono mancati i curiosi, tra cui qualche tifoso dell’Arezzo tornato ad abbracciare il proprio ex beniamino Luca Tremolada.

IL MATCH. La goleada rossoverde è iniziata nel primo tempo, quando sono andati a segno due volte Carretta, Favalli (autore di un gran gol di sinistro), Defendi, Montalto e Angiulli. Pochesci ha confermato il 3-4-1-2 anche nella ripresa, quando è subentrato anche il neoacquisto Piovaccari. Le due reti della seconda frazione portano la firma di Varone e Finotto.

IL RITIRO. Nota dolente il clima, che ha convinto la società rossoverde a chiudere in anticipo il ritiro a Castiglion Fiorentino, scelta come meta per ricordare la figura di Corrado Viciani, il tecnico della promozione in serie A originario del comune in provincia di Arezzo, e ad annullare l’amichevole inizialmente prevista per domani contro la Pistoiese. Oggi, dopo l’allenamento, le Fere rientreranno a Terni per continuare la preparazione in vista del prossimo impegno di campionato contro l’Empoli, in programma al Castellani il 20 gennaio alle 15.

L’OMAGGIO. In mattinata, prima dell’amichevole contro i padroni di casa della Castiglionese, in omaggio al profeta del gioco corto, scomparso quattro anni fa, il presidente dell’Unicusano Ternana Stefano Ranucci era stato ricevuto dal sindaco Mario Agnelli insieme con i figli di Corrado Viciani, Enrico e Dario, oltre al nipote Bernardo e al vicepresidente della Castiglionese Stefano Fresucci e al responsabile della comunicazione dell’Unicusano Gianluca Fabi. Oltre all’incontro in comune c’è stata anche una visita al cimitero locale, dove riposa da febbraio 2014 l’allenatore delle Fere, colui che promosse, in tutta Italia, la filosofia del gioco corto e della forza corale.

LE DICHIARAZIONI. «Grazie alla Ternana per aver scelto Castiglion Fiorentino per il ritiro invernale ma soprattutto grazie per ricordare costantemente mio nonno. Attraverso di loro e di tutti i tifosi ho conosciuto più aspetti della vita lavorativa di mio nonno Corrado», ha dichiarato il nipote Bernardo Viciani che nel pomeriggio ha assistito alla partita dalla panchina dell’Unicusano Ternana. Il presidente rossoverde Stefano Ranucci ha sottolineato: «Con molto piacere ho conosciuto i familiari del maestro, uno sportivo ma soprattutto un uomo che rimarrà nel cuore dei ternani. Abbiamo scelto Castiglion Fiorentino come luogo per il ritiro sia per l’amicizia che ci lega, sia per il bel posto ma soprattutto perché questa città ha dato i natali al mister che ha portato per la prima volta la Fere in massima serie. Sono sicuro che la sinergia che è nata con Castiglion Fiorentino non si fermerà qui». Il sindaco di Castiglion Fiorentino Mario Agnelli ha aggiunto: «Sono fiero che la società abbia dedicato la curva est al nostro caro Corrado, un gesto che suggella e unisce ulteriormente un legame indissolubile. Castiglion Fiorentino è terra di sport e di grandi sportivi, uomini di valore fuori e dentro l’ambito sportivo»

Articoli correlati

Commenti