Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Spezia, che Pierini! Sorridono Padova e Cittadella
© LAPRESSE
Serie B
0

Spezia, che Pierini! Sorridono Padova e Cittadella

Doppietta del figlio d'arte nel 3-2 inflitto al Brescia di Suazo. All'Euganeo il secondo gol del difensore Ravanelli in due partite piega il Venezia, a Carpi colpaccio degli ospiti grazie a Proia

ROMA - Tra Padova e Spezia, è un...Sassuolo scatenato! In attesa di giocare la terza giornata in A, il club neroverde si gode lo spettacolo dei suoi prestiti nella seconda giornata della serie cadetta: in Liguria Nicholas Pierini (figlio d'arte di quell'Alessandro ex Udinese e Fiorentina) firma la sua prima doppietta in carriera tra i professionisti al Brescia di Suazo per il 3-2 finale, all'Euganeo il difensore Ravanelli - solo omonimo del Ravanelli di Perugia, Lazio e Juventus - segna ancora dopo il gol all'esordio contro il Verona e di testa piega il Venezia. Un altro colpo di testa, quello di Proia, permette al Cittadella di sbarcare Carpi e di restare a punteggio pieno.

SPEZIA-BRESCIA 3-2 (1' Donnarumma, 6' e 17' Pierini (B), 20' Morosini, 74' Gyasi)
Pioggia di gol al Picco, con il risultato che si sblocca già alla prima azione: vantaggio ospite con Donnarumma che addomestica un cross di Tremolada e insacca. La replica di casa è travolgente e tutta a firma Pierini: l'attaccante, dal Sassuolo in prestito, prima rimette in pari il match sfruttando l'assist di Okereke, poi firma il sorpasso con un gran destro al volo in area. Terzo gol del match ed è passato da poco il quarto d'ora, arriva subito anche il quarto: Morosini riceve dalla trequarti e da trenta metri trova il jolly che si infila alle spalle di Lamanna per il 2-2. Si arriva così alla ripresa, con Mateju che colpisce la traversa della sua porta per salvare su Galabinov e Lamanna che rischia la papera su Tremolada. Marino cambia, Gyasi per Galabinov, e azzecca la mossa: è proprio il ghanese a finalizzare una bella azione a un quarto d'ora dalla fine e a timbrare il 3-2 finale. 

PADOVA-VENEZIA 1-0 (40' Ravanelli)
Bisoli in campo con Salviato sull'esterno destro, dall'altra parte Vecchi deve rinunciare a Bruscagin e Zampano ko, dentro l'ultimo acquisto Citro in attacco. Primo tempo con un buon inizio ospite, poi dopo la mezz'ora i padroni di casa si fanno spesso pericolosi con Clemenza, vanno in gol con Capello - annullato per fallo di mano - e infine passano grazie al colpo di testa di Ravanelli, che al 40' mette dentro il suggerimento su corner ancora di Clemenza. Vecchi inserisce Geijo e poi Zigoni a caccia del pari, Clemenza sfiora il raddoppio, finale sotto la pioggia con occasioni da entrambe le parti che non si concretizzano: prima vittoria per i biancoscudati.

CARPI-CITTADELLA 0-1 (80' Proia)
Prima frazione senza grandi sussulti: parate di Paleari in avvio a fermare il Carpi, Settembrini fallisce l'unica occasione importante per gli ospiti. Mokulu per l'infortunato Pezzi a inizio ripresa si divora a porta vuota il gol del vantaggio, Paleari continua nella sua grande giornata mentre Colombi all'80' si deve piegare al colpo di testa di Proia che, sfruttando un calcio di punizione di Iori messo in area, regala tre punti pesantissimi al suo Cittadella che viaggia da sola a punteggio pieno.

COSENZA-VERONA N.D. per impraticabilità di campo, i rossoblù rischiano il 3-0 a tavolino

Vedi tutte le news di Serie B

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina