Talent scout

Vedi Tutte
Talent scout

Goretzka, ecco il centrocampista tedesco entrato nei piani della Juve

Goretzka, ecco il centrocampista tedesco entrato nei piani della Juve

Ha ventuno anni, è una mezzala, gioca nello Schalke 04, ha un contratto in scadenza nel 2018 e viene seguito dallo stesso procuratore dello juventino Khedira. E' stato già convocato nella nazionale maggiore: il ct Joachim Löw lo ha utilizzato, lo scorso 11 novembre, negli ultimi tredici minuti della gara vinta per 8-0 contro San Marino.

 Stefano Chioffi

lunedì 14 novembre 2016 22:19

ROMA - Il suo procuratore è Jörg Neubauer, che segue anche lo juventino Sami Khedira. Non ha ancora rinnovato il contratto con lo Schalke 04, nessuna riunione in agenda, non sono stati fissati appuntamenti con il club di Gelsenkirchen, che rappresenta la grande delusione della stagione in Bundesliga: dodicesimo posto in classifica, solo undici punti in dieci giornate. E questo misterioso scenario, con un accordo in scadenza tra un anno e sette mesi, potrebbe aprire la strada a una cessione di Leon Goretzka durante il mercato di gennaio oppure in estate, per evitare così il rischio che i dirigenti dello Schalke 04 lo perdano a parametro zero il primo luglio del 2018. La Juve si è già mossa, sta provando a inserirsi. Goretzka è uno dei centrocampisti tedeschi più promettenti: ha ventuno anni, è una mezzala, accende la manovra, regala al reparto logica e sostanza. 

QUINDICI MILIONI - E’ cresciuto nel vivaio del Bochum, il club della città in cui è nato il 6 febbraio del 1995. Lancio preciso, visione di gioco, intensità, dinamismo, buona gestione del pallone, agilità, tempi giusti nei blitz in area di rigore. E’ alto un metro e 89, è arrivato allo Schalke 04 nell’estate del 2013, è costato tre milioni e duecentomila euro. Ora il suo cartellino viene valutato dai dirigenti tedeschi intorno ai quindici milioni di euro. La Juve, in vista del mercato di gennaio, ha già prenotato Axel Witsel, ma sta seguendo anche gli sviluppi del rapporto tra lo Schalke 04 e Goretzka, utilizzato dal ct Joachim Löw nel secondo tempo della partita giocata lo scorso novembre contro San Marino e vinta dalla nazionale campione del mondo per 8-0. Goretzka è entrato a tredici minuti al posto di Sami Khedira. Non si è trattato, comunque, del suo debutto: Löw lo aveva già schierato il 13 maggio del 2014, prima del Mondiale in Brasile, in occasione dell’amichevole pareggiata (0-0) con la Polonia. Goretzka figura anche nella lista dei convocati per la sfida di domani sera a Milano con l’Italia di Gian Piero Ventura.

DALLA SERIE B TEDESCA - Mezzala completa, ma anche regista oppure trequartista: riesce a interpretare diversi copioni. E’ stato a lungo il capitano della Germania Under 21, guidata da Horst Hrubesch, ex centravanti dell’Amburgo. E non piace soltanto alla Juve: sulle sue tracce c’è anche il Bayern Monaco, così come viene seguito dal Manchester United e dall’Arsenal. Nel Bochum era stato scoperto e valorizzato dal direttore sportivo Jens Todt. Lo Schalke 04 lo aveva acquistato dalla serie B tedesca: Goretzka aveva giocato, nella stagione 2012-13, trentadue partite nella “Zweite Liga” segnando quattro gol (alla Dinamo Dresda, al Paderborn, all’Aalen e all’Ingolstadt) e firmando cinque assist. Nel Bochum ha avuto come allenatori prima Karsten Neitzel e poi Peter Neururer.

I SUOI NUMERI - In Bundesliga, con la maglia dello Schalke 04, ha già disputato 68 partite: sei gol e cinque assist. Ha esordito l’11 agosto del 2013 in casa, alla Veltins-Arena, contro l’Amburgo (3-3), avendo come compagni l’attaccante olandese Klaas-Jan Huntelaar e la mezzapunta Julian Draxler: il primo gioca ancora nel club di Gelsenkirchen, mentre il secondo (trattato a lungo dalla Juve) è stato ceduto nell’estate del 2015 al Wolfsburg per trentasei milioni di euro. Il suo primo tecnico, nello Schalke 04, è stato Jens Keller. Ora, invece, è uno dei pilastri della squadra allenata da Markus Weinzierl. In questo campionato, finora, ha giocato otto partite, ricoprendo a volte anche il ruolo di trequartista: ha realizzato un gol (con il piede sinistro) al Borussia Mönchengladbach e ha saltato due gare (quella con l’Eintracht Francoforte per un problema alla spalla e quella con il Colonia per un leggero affaticamento muscolare).

Articoli correlati

Commenti