MSI 2018: le nuove leve si sfidano per un posto fra le grandi
League of Legends
0

MSI 2018: le nuove leve si sfidano per un posto fra le grandi

Domenica si sono concluse le fasi a gironi dei due gruppi di Play-In: sono la squadra russa dei Gambit e quella turca dei Supermassive a passare alla fase successiva.

Dopo un’emozionante sfida tra le squadre delle varie nazionalità emergenti ed una fase a gironi ben più imprevedibile di quanto ci si aspettasse, i Play-In sono quasi giunti al termine. Rimane solo la seconda fase, in cui le due vincenti dei rispettivi gironi affronteranno la squadra taiwanese dei Flash Wolves e quella vietnamita degli EVOS Esports in una Bo5 secca. Purtroppo cade il formato a doppia eliminazione adottato lo scorso anno, scelta discutibile in quanto le due squadre sopra citate potrebbero aver viaggiato oltreoceano per disputare solamente una partita. Senza dubbio però le due serie che ci aspettano saranno all’altezza delle aspettative: ecco cosa tenere d’occhio.

Martedì, ore 13:00: Gambit Esports vs Flash Wolves. Sei mesi fa, la squadra di veterani russi aveva riacceso le speranze di vedere ancora una volta i leggendari Gambit delle origini, solo per poi deludere con quattro pesanti sconfitte e uno stile di gioco azzardato ed incauto. Ma i Gambit di oggi sono esattamente il contrario di allora. Pianificazione è la parola chiave: dalla draft all’early game, i campioni russi portano sulla Landa innovazione calcolata. Basti pensare alla combo Nocturne/Karthus/Jhin giocata contro i Rainbow7, o anche al 100% di partecipazione ai First Blood del veterano Diamondprox. Ma quello che rende veramente temibile questa squadra è come riescono a tradurre questo vantaggio iniziale in una vittoria lenta ma sicura attraverso il controllo della visione: essi infatti rimuovono il 32.9% delle ward nemiche.

Questo sembra essere uno scontro stilistico pensato a tavolino: infatti dalla loro i Flash Wolves portano un gioco molto più aggressivo nelle fasi iniziali, spesso incentrato su schermaglie e dive sulla corsia inferiore nemica. Per contro però, i taiwanesi necessitano un controllo di visione molto più accurato per fare ciò, piazzando 5.08 ward al minuto (contro le 3.29 dei Gambit), ma rimuovendone solo il 26.4%. Possiamo dunque senza dubbio dedurre che sarà una serie aggressiva e scatenata, in cui entrambe le squadre cercheranno di colpire per prime: probabilmente il risultato non sarà di alta qualità, ma preparatevi a divertirvi.

Mercoledì, ore 13:00: BAU Supermassive vs EVOS Esports. Non sembrano esserci paragoni tra i colossi turchi dei Supermassive e le altre squadre del Play-In: la squadra domina in ogni statistica, innalzandosi di ben 3000g sopra alla media degli avversari al 15esimo minuto. Per non parlare poi di SnowFlower, il support coreano che con i suoi pick aggressivi come Rakan e Alistar è in grado di decidere le sorti della partita. Dall’altro lato non troviamo i Gigabyte Marines, a sorpresa di tutti i fan della scena vietnamita, ma gli sconosciuti EVOS.

Eppure tra questi vi sono nomi di spicco come Stark e Slay, rispettivamente toplaner e ADC della vecchia rosa dei GAM; inoltre da tenere d’occhio il jungler Yijin, in tutto e per tutto il successore di Levi, che ha conquistato sia il titolo di Rookie of the Split che quello di MVP nella sua prima stagione competitiva. Insomma, nonostante gli EVOS non siano i GAM che tutti volevamo, sono qui per dare spettacolo e dubito che ci deluderanno.

Potrete seguire entrambe le serie in diretta, come al solito, sul canale Twitch di PG Esports dalle 13:00.

Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi

Vedi tutte le news di League of Legends

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina