PG Nationals Predator: Storie e Numeri - Prima Settimana
League of Legends
0

PG Nationals Predator: Storie e Numeri - Prima Settimana

Inizia finalmente il PG Nationals Predator di League of Legends: otto squadre si sfidano, un solo vincitore.

La prima settimana del PG Nationals Predator si potrebbe presentare elencando le rose, le partite che si giocheranno domenica e lunedì, segnalando i giocatori migliori. Noi invece proviamo qualcosa di nuovo e vi racconteremo le personalità e le rivalità che attraversano le otto squadre, il tutto condito con qualche statistica utile quando necessario. Benvenuti a Storie e Numeri.

Il momento per splendere: 4G Guilty. Fin dal 2016 il giovane Luca "Guilty" Valla è presente tra le file della squadra cagliaritana, ma attraverso gli anni e le competizioni ha dovuto guardare le schiene dei propri compagni, sedendo in panchina. Prima Riccardo "Creon" Santarelli e poi Lauri "Endz" Tarkus hanno avuto il posto d’onore, partecipando alle competizioni più importanti e lasciando a Guilty solo un paio di LAN, in caso qualcuno della squadra principale non potesse partecipare. Ancora brucia, per i Forge e per Guilty, la recente nonché prima sconfitta contro i rivali OutPlayed nella finale di Lega Prima, dove gli eterni secondi hanno capovolto il pronostico con un solido 3-1 a causa dell’assenza del playmaker Endz per ragioni mediche. Ma ora non è più così. L’assenza di Endz nella rosa del PG Nationals lascia la porta aperta all’eterno sostituto per dimostrare finalmente che il suo posto nei Forge non è alle spalle di altri. Per Guilty è arrivato il momento di splendere.

Alla faccia degli import: RCN Traitor e ShielD. Dopo un anno negli OutPlayed, purtroppo senza ottenere vittorie contro i rivali Forge, la botlane originale di Riccardo "Traitor" Cipollone e Marco "ShielD" Pinza viene sostituita nel 2017. I due vengono rimpiazzati da Luca Brizz Brizzante e vari ADC stranieri nel corso dell’anno, come Hejsan e Proxeyy. La coppia si separa, il support vaga per varie squadre di Lega Seconda mentre l’ADC rimane negli OP come sostituto. Ma eccoli tornare, ancora desiderosi di dimostrare che possono essere la miglior botlane tricolore, questa volta con la divisa dei Racoon, inaugurando il campionato proprio contro la squadra che li ha accolti sul palco nazionale.

La crescita di un leader: CGG Luque. Luca "Luque" Battanello inizia le sue presenza nazionale con la divisa InFerno come jungler, ma purtroppo l’inizio dello Spring Split non sembra promettere bene: i diavoli perdono quasi tutte le partite della prima fase di Lega Prima. Questo porta ad una serie di cambiamenti frenetici, uno dei quali vede lo shotcaller Luque cambiare posizione in support, alternandosi con Gerardo Jerryyy Di Giacomo. I ripari funzionano: gli InFerno raggiungono la top 4 in Lega Prima e PG Nationals. Ora Luque deve compiere un altro passo nella sua strada da leader: portare la squadra neoformata dei Cyberground da semplice underdog a vera minaccia. E questa salita inizia proprio contro gli stessi InFerno, forti dell’eredità che Luque ha lasciato loro.

Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi

Vedi tutte le news di League of Legends

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina