Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

F1 Red Bull, Gasly: «Non sarò il secondo di nessuno»
© Getty Images
Formula 1
0

F1 Red Bull, Gasly: «Non sarò il secondo di nessuno»

Il giovane pilota francese non è intimorito dal confronto con Max Verstappen: «Correre con lui mi aiuterà a crescere»

ROMA - Nel suo primo anno da titolare in Formula 1 ha collezionato 29 punti con la Toro Rosso e si è guadagnato la promozione in Red Bull, al fianco di un talento giovane ma già affermato come Max Verstappen. Pierre Gasly si avvicina alla stagione 2019 con le idee chiare: non vuole essere il numero due di nessuno e vuole lottare per vincere. «La mia prossima sfida è diventare uno dei migliori piloti in circolazione - ha spiegato - mi servirà del tempo per diventare competitivo, ma non sono qui per essere il secondo pilota. Non è il motivo per cui sono venuto qui».

CRESCERE CON MAX Secondo Gasly guidare con un pilota come Verstappen lo aiuterà a crescere: «Max è uno dei più veloci in circolazione e questo mi emoziona, perché mi aiuterà a diventare più forte. Di sicuro lo sarà a fine stagione». Dunque, Gasly non si tirerà indietro se ci sarà un'opportunità da cogliere. «Se avrò una macchina adatta per vincere, allora lo farò».

Tutto sulla F1

Vedi tutte le news di Formula 1

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

In edicola