IN Roma

Vedi Tutte
IN Roma

Mercatini di Natale: a spasso tra le luci

Mercatini di Natale: a spasso tra le luci

L'aria natalizia pervade le città da Bolzano a Napoli passando per Roma, una tradizione tedesca che è diventata italiana

Sullo stesso argomento

 

martedì 29 novembre 2016 11:28

A poco meno di un mese dal Natale le strade e le piazze delle città italiane vengono invase dal calore delle decorazioni luminose, dall’odore di caldarroste e da una strana atmosfera in cui il folklore popolare abbraccia la tradizione religiosa. Col tempo i mercatini natalizi hanno acquistato maggiore peso nelle cittadine italiane ergendosi a simbolo immancabile per quel periodo che anticipa il Natale.
Quella dei mercatini, tuttavia, è una tradizione solo abbracciata dagli italiani ma non creata. Le origini, difatti, si devono alla cultura mitteleuropea – in particolar modo tedesca – con le prime tracce di mercati di Natale risalenti addirittura al XIV in Germania e Alsazia. Dai paesi teutonici i mercati sono migrati verso sud e, dunque, i primi a importare in Italia tale tradizione sono stati i paesi e le città del Trentino Alto Adige che tuttora conservano i più importanti e antichi mercati dello Stivale, un vanto – quello di primo nato in Italia nel 1991 – che il mercatino di Bolzano condivide con quello di Bressanone

Un’atmosfera natalizia pervade la città con odori, sapori, musiche e luci che sono il manifesto di una territorialità fiera, una rivendicazione dei valori locali, un’esperienza da vivere assolutamente. Il Trentino-Alto Adige ha aperto la strada dei mercatini italiani, una effetto-traino a cui le altre città si sono aggrappate. A Roma, specialmente negli ultimi anni, sono nati moltissimi mercatini natalizi, ma il più celebre e più radicato nella cultura capitolina è il mercatino di Piazza Navona, detto anche mercatino della Befana. Una cinquantina di stand commercializzano dolciumi, addobbi natalizi, prodotti artigianali, giocattoli per bambini e personaggi del presepe tra i quali, appunto, la Befana è la figura più ricorrente. Parlando di presepe, ad esempio, non può non essere ricordato il mercatino di San Gregorio Armeno a Napoli, la via delle botteghe artigianali di statuette del presepe famosa in tutto il mondo. 

Articoli correlati

Commenti