IN Roma

IN Roma

Vedi Tutte
IN Roma

RomaOstia, una domenica di corsa nella Capitale

RomaOstia, una domenica di corsa nella Capitale

Il 12 marzo torna la 43esima edizione della mezza maratona, tra le più affascinanti e apprezzate al mondo

Sullo stesso argomento

 

venerdì 10 marzo 2017 16:12

Dalla sua prima edizione con poche centinaia di atleti al via,ha resistito negli anni, consolidando il suo successo e arrivando ad essere l’evento di corsa su strada più partecipato dagli atleti italiani. Ideata da Luciano Duchi nel 1974, domenica 12 marzo partirà la 43esima edizione della mezza maratona RomaOstia. Un evento storico che prevede 21 chilometri e 97 metri di corsa su strada. Tantissimi gli amatori italiani e stranieri che di anno in anno arrivano nella Capitale per partecipare alla mezza maratona. Il percorso della “RomaOstia HalfMarathon” è stato studiato e migliorato negli anni per offrire le migliori performance tecniche possibili. 

Si parte sempre da via Cristoforo Colombo, l’importante arteria che collega Roma al suo lido naturale di Ostia, per giungere sul Lungomare “Lutazio Catullo” e, infine, il tanto ambito traguardo al centro della Piazza. Da cinque anni la RomaOstia grazie all’“etichetta d’oro” della IAAF, ha dimostrato anche a livello internazionale di essere una manifestazione in grado di rappresentare una grande eccellenza sportiva. Ne è esempio il cast di atleti internazionali che vi partecipano e per le ambizioni con le quali questi atleti si presentano a Roma. 

Nella gara maschile, parteciperà il keniano Kiprop, già campione del mondo di mezza maratona nel 2010. Insieme al marocchino Lahababi, dovranno vedersela con l’ugandese Geoffery Kusuro che fu terzo sul traguardo della Rotonda di Ostia nel 2015. A insidiare questo terzetto di esperti ci sarà l’etiope Guye Adola, che lo scorso anno ha guidato la nazionale dell’Etiopia nell’avventura olimpica. In campo femminile il cast delle atlete al via si compone di fondiste di straordinaria esperienza. Il pubblico della RomaOstia conosce già la keniana Angela Tanui che abdicò la vittoria, lo scorso anno, nei metri finali della gara in favore dell’esordiente etiope Debele Degefa. Quest’anno avrà come avversarie l’etiope Aberu Kebede, che vanta la vittoria alla maratona di Berlino 2016, e la keniana Gladys Cherono, anch’essa vincitrice nel 2015 della maratona di Berlino. Per quanto riguarda gli atleti italiani è possibile confermare la presenza dell’atleta delle Fiamme Gialle Rosaria Console, una delle atlete azzurre che ha fatto la storia della manifestazione. Quindi, per la 43esima volta si attende con ansia l’arrivo della regina del podismo italiano.

Articoli correlati

Commenti