Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Moto

Vedi Tutte
Moto

Il Motocross delle Nazioni al Maggiora Park

Il Motocross delle Nazioni al Maggiora Park

Lo storico impianto di Novara ospiterà il 24 e 25 settembre la gara più importante dell'anno. Il circuito è rinnovato e ora è... ecosostenibile.

Sullo stesso argomento

 Andrea Ramazzotti

giovedì 12 maggio 2016 13:50

MILANO - Il Maggiora Park di Novara sarà teatro del Motocross delle Nazioni, la gara più importante dell’anno nel settore, in programma il 24 e 25 settembre. Lo storico circuito del Mottaccio dal 2011 è di proprietà della società Schava srl, le cui anime sono due giovani imprenditori con il dna motocrossistico e con un passato nelle gare: Stefano Avandero (30 anni) e Paolo Schneider (32 anni). I due giovani imprenditori hanno riportato ai vecchi fasti il più importante Action Sport Park in Italia, il più grande per disponibilità di servizi e specialità praticabili: motocross, mountain bike e moto elettriche.

CIRCUITO CULT - Il Motocross delle Nazioni sbarcherà il prossimo settembre al Maggiora Park dopo che il circuito ha ospitato le prove del Mondiale MXGP per tre anni consecutivi: nel 2013 (per la quale Schava ha ottenuto il “Best Organizer Award” dalla Federazione Motociclistica Internazionale), nel 2014 e nel 2015. L’impianto ha inoltre rinnovato la licenza del motomondiale fino al 2020. L'organizzazione del MXoN a Maggiora, dopo trent'anni di attesa, rappresenta per Schava il punto apicale del progetto di riqualificazione e promozione della venue. La pista è stata rinnovata per il 60% a marzo ed è stata inaugurata in occasione dei Campionati Italiani di Motocross del 2-3 aprile. Il "Nazioni" 2016 si annuncia un passaggio storico nell'evoluzione di questo sport.

CHE OFFERTA - Maggiora Park non ospita solo  gare di motocross ed è considerata una location attenta ai temi dell’ecosostenibilità. Nell’ottica di un futuro ecosostenibile Shava ha accentuato ancora di più la sua spiccata sensibilità ambientale con la nuova mobilità con i mezzi elettrici ma anche con l’archeologia industriale del “Box Town”, dove tutti i materiali degli arredi provengono dal riciclo di vecchi materiali industriali, rivisitati in chiave moderna. Il Maggiora Park inoltre agevola il turismo sportivo noleggiando bici ed e-bike (con istruttori professionali) e garantisce pure il buon cibo visto che al suo interno, al ristorante “Balmone”, la maggior parte dei prodotti proviene dagli agricoltori piemontesi delle colline limitrofe. La location è in un’ottima posizione per escursioni e gite (Arona, Lago Maggiore, etc) e, oltre a eventi sportivi, può ospitare eventi aziendali, shooting fotografici e, a breve, corsi di motocross con istruttori federali di Mountain bike e moto. Il suo fatturato è in crescita e per il 2016 è previsto un ulteriore segnale positivo.

Articoli correlati

Commenti