Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Motomondiale

Vedi Tutte
Motomondiale

MotoGp, Argentina: Iannone più veloce nel warm up

MotoGp, Argentina: Iannone più veloce nel warm up
© Getty Images

Pioggia e warm up sul bagnato in vista della gara di questa sera a Termas de Rio Hondo

Sullo stesso argomento

 

domenica 3 aprile 2016 16:11

TERMAS DE RIO HONDO - Andrea Iannone è stato il più veloce nel warm up della MotoGp, appena concluso sul circuito di Termas de Rio Hondo. Sul bagnato Iannone ha chiuso in 1:49.177 davanti a Pedrosa (+0.006), Marquez (+0.030), Barbera (+0.082), Rossi (+0.279), dovizioso (+0.296), Hernandez (+0.586), Miller (+1.374), Crutchlow (+1.659) e Baz (+1.785). Lorenzo ha terminato dodicesimo alle spalle di Redding. Mattinata caratterizzata da diversi cambi di programma con la pioggia che ha ulteriormente complicato la situazione, dopo l'annuncio del Michelin del cambio gomme come conseguenza dell'incidente di ieri di Scott Redding.

MOTO2 - In Moto2 Johann Zarco è stato il più veloce in 1:54.847 davanti a Sandro Cortese (+0.063) e Alex Rins (+0.401). Quarta posizione per Mattia Pasini, ventesimo in griglia ma migliore degli italiani nelle prove mattutine. Sam Lowes, che scatterà dalla pole, ha chiuso sesto a +0.879.

MOTO3  - Nel warm up di Moto3 Khairul Idham Pawi è stato il più veloce. Il pilota Honda Team Asia ha chiuso in 1:59.445 con Niccolò Antonelli, staccato di 1.360 e Nicolò Bulega, che anche sul bagnato si è fatto notare, a 1.565. Quarto Andrea Locatelli, decimo Francesco Bagnaia. La gara della Moto3 scatterà alle 13 locali, le 18 ora italiana

CHIARIMENTI DALLA DIREZIONE GARA - In vista della gara, in programma alle 21 italiane, la Direzione Gara ha deciso: se la gara inizia in condizioni di asciutto e il warm up è in piene condizioni di asciutto i piloti devono iniziare la gara con gomme morbide per tutti i 25 giri con il normale cambio di gomma se inizia a piovere. Se la gara inizia in condizioni di asciutto quando il warm up è stato 'bagnato' i piloti possono utilizzare uno dei pneumatici slick posteriori in dotazione (Medio & Hard). Tuttavia la gara sarà "flag to flag" per 20 giri con una sosta obbligatoria per cambiare le moto alla fine dei giri 9, 10 o 11. Se la gara inizia sul bagnato e la pista si asciuga la Direzione Gara deciderà la nuova procedura e sospenderà con bandiera rossa la corsa in caso di pericolo. La nuova gara asciutta sarà avviata per dieci giri con la procedura dopo 15 minuti. Se la pista diventa bagnata in questa fase si procederà al cambio di moto come da regolamento. Se la gara inizia in condizioni di bagnato e resta così la gara continuerà senza cambi. In nessun caso sarà consentito l'uso delle gomme intermedie.

Il Calendario 2016 della MotoGp

Articoli correlati

Commenti