Mercato

Vedi Tutte
Mercato

Mercato auto, anche a marzo si vola: +17,4%

Mercato auto, anche a marzo si vola: +17,4%

Prosegue il trend positivo del mercato italiano, marzo si chiude con 190.381 immatricolazioni; il primo trimestre del 2016 si conclude con 519.123 auto vendute (+20,8%). 

Sullo stesso argomento

 F.C.

sabato 2 aprile 2016 13:32

ROMA - Secondo i dati diffusi dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, marzo si chiude con un immatricolato di 190.381 auto, in crescita del 17,4% rispetto alle 162.187 dello stesso mese dello scorso anno. Il 1° trimestre segna una crescita del 20,8% e 519.123 auto vendute, circa 90.000 immatricolazioni in più rispetto alle 429.615 del gennaio-marzo 2015.

BENE PRIVATI, FLESSIONE NOLEGGIO - Un ennesimo segno positivo, merito in particolare del canale dei privati che nel mese appena concluso è cresciuto del 26,2% rappresentando il 61,5% del mercato. Leggera flessione, invece, nelle vendite di autovetture a noleggio (-1,7%), dopo un primo bimestre caratterizzato dal segno più e considerato il confronto con lo stesso periodo dello scorso anno in cui si registrò una crescita superiore al 23,5%. La quota di mercato in marzo scende così al 23,9%, 4,6 punti percentuali in meno del 2015. Ciò è stato determinato dall’andamento del breve termine, in flessione del 6,4% in marzo, a fronte del +2,8% del lungo termine. Da sottolineare anche l’andamento delle società, che registrano in marzo incrementi elevati: +20,5%, grazie al contributo del super-ammortamento, in un contesto di migliorato clima di fiducia. Nel trimestre la crescita dei volumi è dell’8,9%.
 
BENE DIESEL, BENZINA E IBRIDE - Sul fronte delle alimentazioni il mese di marzo conferma le tendenze del trimestre. Crescono a doppia cifra le vendite di vetture diesel e benzina, oltre a quelle ibride. Cedono in modo consistente, invece, le vetture con motorizzazione Gpl, metano e quelle elettriche. Il 1° trimestre indica un buon andamento di crescita a doppia cifra per tutti i segmenti che compongono il mercato italiano dell’automobile e per le carrozzerie, ad eccezione delle flessioni dei monovolume piccoli e dei coupè, e ad un più contenuto incremento in volume di monovolume compatti e sportive.

USATO - Chiudiamo con l'usato che ha segnato un incremento del 3,1% grazie alle 439.861 vetture trasferite, al lordo delle minivolture (i trasferimenti temporanei al concessionario in attesa della rivendita al cliente finale), rispetto alle 426.460 del marzo 2015. Nel periodo gennaio-marzo l’incremento è del 7,5% a 1.242.905 trasferimenti (1.155.948 nel 1° trimestre 2015).

LIVELLI DEL 2010 - “Finalmente - afferma Massimo Nordio, Presidente dell’UNRAE, l’Associazione delle Case automobilistiche estere -  cominciamo a rivedere numeri più consoni alla dimensione, alla qualità e alla tradizione del nostro mercato. Spinto da un portafoglio contratti, figlio delle poderose campagne invernali e dalla domanda del canale noleggio, il mercato del 1° trimestre raggiunge una dimensione che non vedevamo da 6 anni, dal 2010 periodo nel quale scadevano gli ultimi incentivi alla rottamazione”.

Articoli correlati

Commenti