MondoMotori

Vedi Tutte
MondoMotori

Piloti “speciali” a Roma: Max Giusti e Jimmy Ghione presentano il docu-film

Piloti “speciali” a Roma: Max Giusti e Jimmy Ghione presentano il docu-film

Si chiama "Traguardi - La forza invisibile" il docu-film sui piloti speciali che approdano al Motomondiale. La "prima" lunedì 15 maggio a Roma. Ospiti d'eccezione Max Giusti e Jimmy Ghione

Sullo stesso argomento

 

giovedì 11 maggio 2017 09:33

Un docu-film per raccontare tre storie vere intrise di passione e di coraggio: quelle di tre piloti “speciali” - Nicola Dutto, Emiliano Malagoli e Alan Kempster. Divenuti “diversamente abili” dopo un incidente in moto, tornano a correre sulle due ruote e approdano a livelli internazionali: Malagoli e Kempster – entrambi amputati - si schiereranno infatti sabato 20 maggio sul circuito francese di Le Mans alla vigilia della MotoGP e Dutto – paraplegico - si sta preparando per disputare la prossima edizione dell’estenuante Dakar in Sud America.

TESTIMONIAL D’ECCEZIONE - Il docu-film – che per primo affronta questa tematica – è stato ideato e diretto dalla giornalista Fiammetta La Guidara con la fotografia del regista televisivo Mauro Valentinuzzi e la produzione di B&N Produzioni Cinematografiche.  La prima è fissata per lunedì 15 maggio alle ore 19.00 al “Voice” di Roma, in Piazza Kennedy 13, con l’organizzazione del Ferrari Owner’s Club Passione Rossa di Fabio Barone e il patrocinio della Federazione Motociclistica Italiana, di Motodays Fiera Roma e del Moto Club Roma. Insieme all’autrice e regista del docufilm saranno presenti il pilota-protagonista Emiliano Malagoli e due testimonial d’eccezione: gli artisti Jimmy Ghione e Max Giusti, entrambi motociclisti praticanti. In platea anche il team manager del mondiale Superbike Genesio Bevilacqua, che lo scorso anno ha deciso di affidare a Malagoli una BMW ufficiale per la classe Superstock, nonché l’ex pilota e attuale team manager Michel Fabrizio, uno dei primi sostenitori del ritorno in pista di Malagoli. Attesa anche Carlotta Fedeli, pilota ufficiale SEAT e prima donna a conquistare punti iridati nel TCR internazionale.

TRAGUARDI DIVERSI - “La proiezione di questo documentario sarà anche l’occasione per festeggiare un insolito connubio: il mondo delle quattro ruote, infatti, si lancia in una corsa di solidarietà per sostenere il motociclismo”, dichiara Fiammetta La Guidara, giornalista da sempre impegnata nel motorsport, firma storica di testate specializzate e “voce” nelle dirette televisive di campionati a due e quattro ruote. "La presentazione del documentario in programma al Voice è stata interamente sostenuta dal Ferrari Owners’ Club Passione Rossa, che è spesso impegnato in ‘missioni’ sociali e che ha creduto fortemente nel progetto. Questa condivisione conferma quanto il messaggio sia trasversale. I tre protagonisti, infatti, sono piloti motociclisti, ma non ho voluto calcare la mano su questo loro aspetto. Se nel caso di Nicola, Emiliano e Alan tornare alla normalità ha coinciso con il loro ritorno in moto – perché è ciò che facevano “prima” – per altri ci saranno traguardi diversi da raggiungere. L’essenziale è non voltarsi mai indietro” conclude Fiammetta.

Articoli correlati

Commenti