News motori

Vedi Tutte
News motori

Toyota, ottimi risultati per il car sharing in Francia 

Toyota, ottimi risultati per il car sharing in Francia 

 il progetto ha messo a disposizione 70 veicoli ultra-compatti i-ROAD e COMS di Toyota, all’interno di una piattaforma di condivisione denominata ‘Ha:mo’

Sullo stesso argomento

 

venerdì 17 giugno 2016 17:25

ROMA - A 18 mesi dal lancio dell’innovativo servizio di Car Sharing a Grenoble, in Francia, è tempo di bilanci per Toyota e i suoi partner: la città e l’area metropolitana di Grenoble, la compagnia di gestione dell’elettricità EDF con la sua sussidiaria Sodetrel e la azienda di Car Sharing locale Cité Lib. Basato sull’idea che l’utilizzo di una molteplicità di mezzi di trasporto sia la soluzione all’inquinamento e alla congestione del traffico, il progetto ha messo a disposizione degli utenti 70 veicoli ultra-compatti i-ROAD e COMS di Toyota, all’interno di una piattaforma di condivisione denominata ‘Ha:mo’ (harmonious mobility).

Queste eco-vetture sono state rese disponibili per gli spostamenti a corto raggio presso 27 stazioni di raccolta, gestite dalla Sodetrel, in grado di riconoscere i badge individuali e le tessere del servizio pubblico degli utenti. Gli utilizzatori possono effettuare le prenotazioni tramite il proprio smartphone e pianificare i propri spostamenti in “multi-modalità” collegandosi a Métromobilité, il servizio on-line gestito dalla città di Grenoble. Il numero di utenti iscritti si attesta già oggi oltre le 1.000 unità, un numero incoraggiante.

L’obiettivo fissato per il primo anno era quello di definire tutte le componenti del progetto e di mettere in rete tutte le vetture e le stazioni di ricarica, oltre a promuoverne l’utilizzo nella città di Grenoble e nel suo hinterland. Per questo secondo anno di sviluppo, i partner puntano ad ampliare la community degli utenti, con lo scopo di raccogliere maggiori dati e incrementare l’utilizzo dei veicoli. Il terzo anno sarà quindi dedicato alla calibratura del business model per quanto riguarda questa tipologia di Car Sharing.

Una delle principali aree di studio riguarda la possibilità di estendere l’utilizzo dei Toyota COMS come alternativa alle due ruote per gli utenti tra i 16 e i 18 anni, offrendo loro l’accesso a una vettura quattro ruote low-cost e a velocità limitata. I partner stanno ora collaborando con alcune scuole guida per offrire agli utenti più giovani un’educazione adeguata prima di mettere loro a disposizione questa tipologia di vettura.

I primi risultati parlano di un utilizzo prevalente durante la settimana, con i classici orari di punta. La distanza media percorsa è di 5 km - ben inferiore all’autonomia di 35-50 km dei veicoli elettrici – e la durata media del noleggio è di 45 minuti. La maggior parte degli utenti (75%) usufruisce dell’opzione sola andata, noleggiando la vettura in un punto per poi lasciarla in un altro, mentre il 20% degli utenti utilizza i veicoli per fare una o più soste.

L’utente tipo è un maschio, di circa 36 anni, impiegato e con diploma universitario. Gli studenti rappresentano il 14% dei clienti e il 43% degli utilizzatori possiede un abbonamento al servizio di trasporto pubblico; il 54% utilizza la bicicletta 2 o 3 volte alla settimana, il 41% su base quotidiana e il 74% possiede almeno un’automobile. Il 92% degli utenti intervistati, infine, si ritiene soddisfatto o estremamente soddisfatto del servizio.

Articoli correlati

Commenti